La Reggiana di Massimiliano Alvini: nel suo centenario obiettivo serie B

0
Il tecnico della Reggiana Massimiliano Alvini a colloquio con i giocatori (crediti ? Il Resto del Carlino)

La Reggiana nel suo centenario vuole la serie B che manca dalla stagione 1998/1999. Attualmente quarta in classifica, la squadra allenata da Massimiliano Alvini dista solo 3 punti dalla vetta del Vicenza. Proprio contro i veneti hanno perso l’unica sfida su 14 giocate: 1-0 al Romeo Menti lo scorso 20 ottobre.

In casa, al Mapei Stadium condiviso con il Sassuolo, il team di Alvini fa paura: 15 punti sui 27 conquistati, vincendo contro Feralpisalò, Carpi, Triestina e Sambenedettese. Ma i pareggi nella propria dimora sono arrivati solo con avversari da salvezza: hanno strappato punti in terra emiliana l’Imolese, il Gubbio e il Rimini. Gli altri tre pareggi stagionali, in trasferta, sono arrivati contro Fano, Arzignano Valchiampo (prossimo avversario della Vis), e da ultimo Cesena.

Insomma, la squadra di Alvini soffre le squadre che sanno chiudersi nella propria metà campo e giocano con ripartenze veloci. Sarà questa la chiave della partita per gli uomini di mister Simone Pavan. Alvini l’anno scorso allenava l’Albinoleffe e contro la Vis perse 0-2 con reti di Olcese e Lazzari, quest’ultimo in fase di recupero per domenica. Pavan da allenatore ha perso sempre: due volte contro la Reggiana e una contro Alvini.

LA VECCHIA REGGIANA

La Reggio Audace (per gli affezionati al calcio tradizionale, Reggiana) è un gruppo completo che fa paura in tutti i reparti. Nelle retrovie il capitano Spanò ha finito la stagione per la rottura del legamento crociato, la seconda in un anno. Nel reparto a 3 però ci sono giocatori di alto spessore: l’ex Benevento Andrea Costa, oltre 300 presenze tra serie A e B, il trascinatore Rozzio, alla Reggiana dal 2016, e l’esperto argentino Espeche, l’anno scorso a Gubbio.

Ma anche a centrocampo la qualità è altissima. La questione under a Reggio Emilia interessa poco (gli esterni Kirwan ’95 e Libutti ’97 sono “giovani”), ci vogliono centimetri, chili e sostanza. Ivan Varone ne è l’esempio: già 5 gol in campionato, con ottimo apporto alla difesa (solo 10 reti subite dalla squadra, terza difesa del girone B). Vicino a lui l’ex promessa del calcio italiano Fausto Rossi, settore giovanile Juventus, con esperienze anche in Spagna in maglie Córdoba e Real Valladolid.

Sulla trequarti il classe ’87 Staiti fa divertire il popolo emiliano, con tante giocate tecniche e assistenze al duo offensivo composto dal riminese Marchi e dal bomber Stefano Scappini, già autore di 7 reti in 11 presenze. Proprio Marchi in un’intervista in settimana ha detto: “La serie B è un sogno a cui non rinunciamo”. Dietro di lui scalpita il classe ’99 Kargbo della Sierra Leone, in prestito dal Crotone, 2 gol in stagione.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome