Alla scoperta del Modena del nuovo allenatore Michele Mignani

0
Il nuovo tecnico del Modena, Michele Mignani (crediti ? Modena Today)

Michele Mignani farà il suo esordio sulla panchina del Modena questa domenica, alle ore 15.00 allo Stadio Braglia, contro la Vis Pesaro di Simone Pavan. Per il tecnico biancorosso la partita sarà un ritorno: ha giocato due stagioni a Modena e poi ha avuto l’opportunità di allenare il club. Giovanili, Berretti, salvezza in serie B da subentrato e serie C chiusa in anticipo con esonero.

IL MODENA DI MIGNANI

Mignani è la prima volta che subentra a campionato in corso nel calcio professionistico. Nel corso della sua carriera ha allenato per due stagioni il Siena, è stato sulla panchina dell’Olbia e ha fatto da assistente tecnico tra Latina e la squadra bianconera toscana per due stagioni totali. Prima di allenare, giocava. E neanche farlo apposta la sua carriera calcistica è iniziata nel settore giovanile della Sampdoria: Mignani è di Genova.

“Lavorare immediatamente sulla testa della squadra”. Così ha esordito in settimana. Gli emiliani sono una squadra che ha conquistato 20 punti in classifica (12 in casa), segnando 17 reti e subendone altrettante. “Io dovrò tirare fuori quello che manca dai giocatori” dice Mignani. I gialloblù sono tornati in serie C dopo un anno d’assenza, grazie al ripescaggio arrivato in estate. La stagione scorsa hanno perso lo spareggio con la Pergolettese per il calcio professionistico ma poi hanno vinto i playoff, ottenendo una buona posizione in graduatoria ripescaggio.

LA ROSA DEL MODENA

Ma a livello di giocatori il Modena ha poco da squadra ripescata. In porta gioca il classe ’97 Gagno che nell’ultima gara ha regalato 3 punti al Cesena in un derby sentitissimo visto il grave errore sulla rete dei bianconeri. Il dubbio per mister Mignani è: difesa a 3 o 4? L’ex allenatore del Modena, Mauro Zironelli, giocava a 3, il nuovo tecnico è fedele alla 4. Probabile che il cambio modulo non avvenga già con la Vis Pesaro ma sia graduale nelle partite a venire.

In difesa il perno è capitan Armando Perna che contro i biancorossi giocherà la sua partita numero 345 in maglia Modena. Una bandiera che ha nel sangue la serie B. A centrocampo è importante il carisma e la grinta di Guido Davì, giocatore di sostanza. L’anno scorso in maglia Gubbio ha esordito contro la Vis Pesaro nella sconfitta pesarese in terra umbra. Centrocampista molto interessante è Salvatore Pezzella, classe 2000, in prestito dalla Roma. Nella sua prima stagione tra i grandi ha giocato 14 partite e segnato anche una rete contro la Fermana. A centrocampo l’altra pedina importante è Gianluca Laurenti.

In attacco il più prolifico è Simone Rossetti, classe ’97 l’anno scorso all’Imolese, autore di 5 reti in 15 gare giocate. Ha saltato solo l’ultima per una elongazione, ma contro la Vis Pesaro tornerà. La retroguardia Vis dovrà fare attenzione anche alla tecnica del brasiliano Felipe Sodinha. Sì, proprio lui. Quello che giocava al Brescia e al Trapani. Qualche chilo di troppo, ma piedi e giocate di alta scuola.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome