Alle porte il quarto derby tra Vis Pesaro e Fano dal ritorno in Serie C

0
I tifosi della Prato nel derby Vis Pesaro-Fano. (24 aprile 2019)

Il derby. Vis Pesaro-Fano. La partita della stagione. Per mille motivi che vanno oltre una banalissima classifica. Vanno oltre anche una banale stagione, in un anno che di banale invece non ha proprio niente. Il derby è di più. E’ storia, campanilismo, tradizione e cultura.

Vis Pesaro e Fano si sono affrontate tantissime volte (100) nella loro storia. Tre soltanto, mentre dovevano essere quattro, nelle due stagioni che hanno visto i biancorossi tornare tra i professionisti. Quello che sarebbe dovuto essere in realtà il quarto è stato cancellato, sospeso, dimenticato dopo il blocco dei campionati per l’emergenza Covid-19 di marzo.

Gli ultimi tre precedenti sorridono alla Vis Pesaro. I biancorossi, rispettivamente con Colucci e Pavan in panchina, hanno conquistato un pareggio e due vittorie. Il primo ce lo ricordiamo benissimo, è stato un battesimo per noi di SoloVisPesaro. Fatto anche di polemiche nel prepartita. Viste le restrizioni sull’acquisto dei biglietti imposte dal Prefetto, ci erano stati negati inizialmente gli accrediti stampa per assistere alla partita. Situazione che poi si è risolta nel pomeriggio e che ci ha permesso di assistere al “Mancini” ad uno 0-0 condito più dal freddo e dal tifo che dallo spettacolo messo in campo dalle due squadre.

Gli ultimi due hanno un ricordo speciale. Entrambi nel segno di Cesco. Il tifosissimo biancorosso scomparso l’anno scorso dopo mesi travagliati a combattere contro gli strascichi di un maledetto arresto cardiaco. Era il 14 aprile 2019, e proprio quella notte arrivò la notizia che nessuno  avrebbe voluto sentire. La partita era importantissima, Colucci si giocava una fetta importante di salvezza. La Vis Pesaro trovò la via del gol con quello che ora è il suo capitano. Mattia Gennari, che di testa regalò al “Benelli” i 3 punti e che domenica al derby toccherà le 100 presenze con questa maglia. “Una seconda pelle”, ha detto pochi giorni fa.

L’ultimo è forse il più emozionate. Il derby del destino, lo avevamo ribattezzato allora. Tragicamente collegato ancora una volta a Cesco, che come in un beffardo gioco del destino se ne andò poche ore prima della partita. Sulla panchina non c’era più Leonardo Colucci ma Simone Pavan, gli spalti gremiti di tifo, commozione e anche rispetto da parte degli ultras granata che ricordarono in curva Cesco. Il risultato, un’altra vittoria Vis per 0-2. Firmata dal pesaresissimo Alex Misin e dal fenomeno Flavio Lazzari. Entrambi con gol fantastici. Il primo quello di Misin, una bordata sotto l’incrocio proprio di fronte al settore ospiti. Il secondo, una progressione di 50 metri di Flavio Lazzari che scartò il portiere e depositò in rete la palla della vittoria.

Domenica, al Benelli ore 17 e 30, andrà in scena il 101esimo capitolo della saga. Il quarto dal ritorno in Serie C dei biancorossi. Il primo vuoto, senza tifo e senza atmosfera. Ma ugualmente importante per gli uomini di mister Di Donato. E’ ufficialmente iniziato il conto alla rovescia. Siamo ufficialmente in clima derby.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome