Benedetti si racconta: “Metto benzina nelle gambe. Serie C un altro calcio”

0
Benedetti
Leonardo Benedetti è un nuovo giocatore della Vis Pesaro (foto Vis Pesaro 1898)

Alla voce “acquisti di febbraio” ecco che spunta Leonardo Benedetti. Centrocampista classe 2000, a Fermo è sceso in campo per 18′. Lo stretto necessario per contribuire alla rimonta nel suo esordio in Serie C. Eppure, come afferma il talento spezzino, la parentesi in maglia Vis Pesaro non era iniziata nel migliore dei modi: “La mia avventura non è partita benissimo: sono stato un mese a Genova per curarmi e sono tornato la scorsa settimana – afferma – Già sabato ero a disposizione per Fermo, dove ho esordito. Ora sto mettendo benzina nelle gambe e per questo approfitto della settimana di riposo“. In terra canarina è arrivato appunto uno scampolo positivo di partita: “Ci sono campi e campi ma su un manto come Fermo era difficile giocare a pallone. In uno in meno abbiamo portato a casa un punto e questo è positivo“.

Il discorso poi tocca il suo effettivo ruolo a centrocampo. Che è molto più fossilizzato di quanto si pensi: “Sono nato come mezz’ala anche se a La Spezia ho giocato per due mesi da mediano. In realtà posso giocare dappertutto. Alla Sampdoria nelle ultime partite sono sceso in campo pure largo a destra. Ad ogni modo se qualcuno mi chiedesse il ruolo, gli risponderei mezz’ala“. Benedetti racconta anche del suo approdo in maglia Vis: “Nella prima parte di campionato allo Spezia ho giocato poco e invece per un giovane la cosa migliore è scendere in campo. Per questo ho chiesto di andarmene. La Vis Pesaro ha sin da subito mostrato forte interesse, Pavan mi ha telefonato spesso“. E sull’impatto coi big: “Per me è un altro calcio, non c’entra nulla con la Primavera. Ci sono tifosi e attaccamento alla maglia. Nel girone di ritorno le cose per metà sono fatte, affronteremo ogni partita come se fosse l’ultima“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome