Borozan a Sportitalia: “Prossimo obiettivo? Arrivare almeno ai playoff”

0
Borozan
Il dg Vlado Borozan (crediti Sportitalia)

Il nostro obiettivo per la prossima stagione è quello di provare ad alzare l’asticella ed arrivare almeno ai playoff. Sarebbe un grande passo in avanti. Siamo una società che sta costruendo il proprio futuro e il risultato sportivo dà conferme del lavoro fatto. Il mio augurio è che le prestazioni positive dell’annata passata diventino abitudine“. Chi lo afferma è il dg biancorosso Vlado Borozan, intervenuto su Sportitalia nel corso della trasmissione “Aspettate-C”. Il dirigente vissino pare avere idee chiare sul mercato. Che passa in primo luogo dalle conferme ufficializzate nei giorni scorsi: “Il nostro primo traguardo è stato quello di consolidare quanto avevamo già in casa. In questo modo abbiamo dato un segnale del modo con cui vogliamo lavorare. Ora ci troviamo a una sessione anomala, difficile ma in cui nutriamo grandi speranze per centrare colpi importanti“.

Col sacrificio collettivo legato alla mensilità di giugno, il sodalizio di via Simoncelli ha rimarcato una linea di responsabilità e Borozan lo sa: “Ci siamo tutti resi conto della portata di una tragedia che avrebbe potuto metterci in ginocchio. Per questo tutti hanno dimostrato responsabilità per la sopravvivenza della società”. Sopravvivenza che è giocoforza passata da una salvezza sull’asse Pavan-Galderisi: “Pavan ha fatto un ottimo lavoro con una squadra costruita all’ultimo – racconta – Ha dato fisionomia al gruppo ma ci sono stati troppi sbalzi. Per questo abbiamo voluto dare una scossa. L’arrivo di Galderisi è stato un segnale forte in tutti i sensi: come noi vuole lasciare la categoria. Abbiamo subito trovato un accordo, senza condizioni. E nell’ultima partita che abbiamo giocato abbiamo compiuto un’impresa“.

Quale ricetta per la prossima Serie C? “Bisogna capirne la missione – conclude Borozan – La categoria dimostra di avere protagonisti importanti. Spero che si seguano Germania e Inghilterra. Oltre alla tradizione concentrata nella terza serie, dove andranno i giocatori allevati in Primavera se non c’è un campionato formativo come questo?“.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome