Bosco a Rai Sport: “I lavori per la Cittadella inizieranno a settembre”

0
bosco
Il presidente della Vis Pesaro, Mauro Bosco.

Prima la salvezza, poi il futuro. Il diktat delle ultime settimane si è finalmente autoavverato. Con la permanenza in Serie C conquistata sul campo, infatti, è tempo di pensare ai prossimi passi della Vis Pesaro. Quelli che la società dovrà compiere – dopo il 2 maggio – in vista della prossima stagione. Tra mercato e programmi prettamente sportivi, sicuramente il progetto più grande riguarda la Cittadella del Pallone, che sorgerà a Villa Fastiggi. Sarà “la casa della Vis”, il luogo deputato alla crescita dei giovani talenti pesaresi e non solo. Già la scorsa estate si parlava di puntare a pescare fuori provincia. Con una foresteria, anche questo auspicio potrebbe diventare realtà.

“La Vis Pesaro si è salvata e ha un progetto bellissimo, la Cittadella del Pallone. È bello che pensi ai giovani”. Sono parole di Christian Manfredini, ex calciatore (tra le altre) di Lazio e Chievo e oggi commentatore delle gare di Serie C per Rai Sport. Con lui ha parlato il presidente della Vis Pesaro, Mauro Bosco, ospite questa sera al programma “C Siamo”.

“L’idea è nata circa un anno fa – ha esordito Bosco -, poco dopo il mio insediamento come presidente. Ha richiesto un intervento economico da parte nostra ma anche supporto del comune. È un progetto ambizioso, per la città e per la Vis Pesaro. Sarà la casa della Vis. Il punto di partenza per progettare e programmare il futuro“.

Per la prima volta, Bosco si è sbilanciato concretamente sulla data di partenza dei lavori. E sulla loro durata:

“Al momento abbiamo superato la prima fase burocratica, ovvero il nostro riconoscimento come soggetto promotore. Si può dire che il peggio è passato. Adesso dovremo superare una serie di adempimenti legislativi che ci porteranno a iniziare i lavori alla fine dell’estate, a settembre. Dureranno un anno. Cercheremo di compattare i tempi perché vorremmo chiudere i lavori il prima possibile”.

Buone notizie che fanno il paio con quanto visto domenica a Mantova. La Vis Pesaro si è salvata a seguito di una stagione a dir poco travagliata. Merito di uno staff e di un gruppo che non hanno mai mollato e, dice il presidente, anche della rivoluzione invernale. Sia in termini sportivi che dirigenziali.

“La stagione è partita male. Inizialmente pensavamo di poter fare qualcosa di meglio, ma sono emerse una serie di problematiche che ci hanno portato a compiere una rivoluzione a gennaio. Sia sul mercato che nei vertici dirigenziali. Alla fine i risultati ci hanno dato ragione. Negli ultimi mesi abbiamo fatto un buon lavoro e ci siamo salvati con una giornata di anticipo. È una grande soddisfazione, che arriva dopo dei momenti di difficoltà”, ha concluso Bosco.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome