Bosco: “Puggioni sotto contratto, ma non in rosa. Cacia? Valutiamo”

0
bosco
Il presidente della Vis Pesaro, Mauro Bosco.

“Marcheggiani di fatto è già andato, Pezzi quasi. Noi stiamo lavorando per farci trovare pronti. Abbiamo le idee abbastanza chiare, ma molto dipenderà da come chiuderemo il girone d’andata. Mantova e Sudtirol saranno fondamentali per il prosieguo del nostro campionato”. Così il presidente Mauro Bosco ha esordito nell’intervista di questa mattina rilasciata al Corriere Adriatico. Tra calciomercato e calcio, quello vero. Che sentire parlare di acquisti e cessioni fa sempre girare un po’ la testa. Specialmente quando serve una semi-rivoluzione come alla Vis Pesaro. L’importante, dunque, sarà restare concentrati. Essere pragmatici. Adesso – aspettando i rinforzi – l’importante è salvarsi.

“Non dobbiamo ripetere gli errori fatti in estate – continua il numero uno biancorosso -. Il primo obiettivo è raggiungere i 40 punti, quota salvezza, nel più breve tempo possibile. A quel punto guarderemo al traguardo successivo con serenità”. Per questo lo stop nell’ultimo appuntamento del 2020 a Fermo non è ancora andato già al presidente: “Sono molto arrabbiato per la sconfitta contro la Fermana, è come se la squadra si sentisse già in vacanza ed è stato un errore madornale. Abbiamo perso un derby sul piano del carattere e della mentalità: con le due precedenti vittorie [contro Imolese e Arezzo] non avevamo fatto nulla”.

Intanto, Bosco conferma che sarà il nuovo responsabile dell’area tecnica Alessio Peroni – che ha scelto in sinergia col presidente sia Di Donato che Di Paola – a “occuparsi del mercato in entrata e in uscita”. Per quanto riguarda la situazione Puggioni, Bosco sentenzia: “È un giocatore sotto contratto con la Vis, ma non in rosa. Ed è improbabile che le cose cambino”.

Ciò che dovrà inevitabilmente cambiare è l’andazzo del campionato vissino. Fin qui, più che deludente:Ai tifosi della Vis lancio un messaggio di ottimismo – dice il presidente -. I risultati di questa prima parte della stagione non sono stati quelli che tutti speravamo e volevamo, ma abbiamo azzeccato la scelta di prendere Di Donato, che si è rivelato molto valido, e Di Paola, che ci ha fatto vincere le partite. Comunque siamo consapevoli che la rosa va ulteriormente puntellata”.

A questo proposito, nei giorni scorsi si è fatto il nome di Daniele Cacia per l’attacco. Secondo miglior marcatore della storia della Serie B, una punta d’annata. L’ex Piacenza – tra le altre – ha 37 anni ed è fermo da oltre un anno. Ma resta un profilo su cui Bosco ha confermato di star riflettendo a il Resto del Carlino: È un nome che consideriamo, ma non è il primo della lista per rinforzare il reparto offensivo. Ora pensiamo al Mantova: voglio tutta la rosa concentrata e non turbata dalle voci di mercato”. Infatti, è già settimana di vigilia: domenica 10 gennaio, mentre scorreranno le porte girevoli del calciomercato, la Vis Pesaro ospiterà i lombardi al Benelli (ore 15:00).

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome