Colucci e Paoli in coro: “Sarà strano partire così tardi, noi pensiamo a fare calcio”

0

Durante la conferenza stampa svoltasi nel primo pomeriggio nella nuova sala dedicata ai giornalisti, sono intervenuti il mister Leonardo Colucci e il capitano Lorenzo Paoli.

Mister Colucci dopo qualche battuta iniziale ha subito analizzato la situazione in casa Vis Pesaro: “I ragazzi sono stati disponibili fin dal primo giorno, c’è stato giusto qualche acciacco ma è tutto sotto controllo. Il campionato dovrebbe essere alle porte però mai dire mai, per i giocatori non è facile trovare stimoli settimanali quando non c’è la partita, considerando che siamo insieme da quasi due mesi. Se avessi conosciuto questa situazione avrei lasciato la squadra per una decina di giorni in più al mare (ridendo). Sessanta giorni senza giocare sono tanti, dobbiamo prendere spunto da questa “macro-pausa”. Non è cosa positiva, ma nemmeno negativa, visto che tutte le squadre sono sulla stessa barca. Un vantaggio sotto l’aspetto tecnico-tattico utile ad amalgamare il gruppo, ma sotto l’aspetto fisico non possiamo dire lo stesso”. Il mister analizza anche la scelta del centrocampista Marchi e del taglio non ancora ufficiale di Carta: “Ci serviva più un corridore, un’incontrista, anche se nel calcio moderno è finito il tempo dove il 4 recupera palla e la passa al 10 che crea l’occasione. Ora chi spezza il gioco deve anche impostare. Più avanti se la situazione fisica c’è lo permetterà potremo giocare anche con due mediani, senza mezzali. Dobbiamo pensare a fare calcio, noi inteso come calcio italiano altrimenti si perde il piacere ed il divertimento di giocare a calcio. Differenze tra la prima in casa o fuori? Non ci sono, tanta gente aspetta il momento di venire a vederci. La mia idea è quella di produrre gioco, divertire, dare entusiasmo, anche se giocheremo contro formazioni di alto livello. Dobbiamo pensare a salvarci ma pure a stupire”.

Anche Lollo Paoli è d’accordo con il Mister, a proposito dell’anomalia sui continui rinvii: “Si può perdere un po’ di concentrazione e cattiveria durante la settimana, ma siamo stati bravi a tenere la giusta intensità. Speriamo sia certo l’avvio della stagione previsto per il 16 settembre, considerando i tanti problemi del calcio italiano”. Ci parla poi della felicità di vestire la maglia biancorossa, da capitano, tra i professionisti: “Dobbiamo avere grande tenacia, ardore, diventare squadre con la giusta amalgama tra giovani e vecchi. Richiamando una cosa che il Mister ci ripete spesso in settimana, RICONOSCERCI, essere organizzati e avere idee chiare in campo, sia quando si domina, sia quando si soffre. Questa rosa ampia e la maggior competizione daranno benefici, chi sarà chiamato in causa dovrà sputare sangue indossando la maglia biancorossa”.

Nicholas Masetti e Riccardo Damiani

per SoloVisPesaro.

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome