Colucci pre-derby: “Kirilov e Rizzato non ci saranno. In campo dobbiamo avere un atteggiamento positivo”

0
Leonardo Colucci, tecnico della Vis Pesaro.

Ecco le dichiarazioni di mister Leonardo Colucci alla vigilia del derby di domani in casa dell’Alma Juventus Fano (ore 20:30, diretta su Solo Vis Pesaro):

 

Sul clima del derby: “Dobbiamo concepire questa gara al di là del campanilismo. Il tutto deve rimanere sempre nell’ambito di un sano sfottò. Noi che andiamo in campo dobbiamo avere un atteggiamento quantomai positivo e di rispetto visto quanto successo pochi giorni fa a meno di 50 km. Non dimentichiamoci che è una partita di calcio. Cerchiamo di smorzare i toni”.

Sullo stato dell’infermeria: “Domani non avremo Kirilov, Lazzari, Ivan e Di Nardo. Rizzato a meno di un miracolo non riusciremo a recuperarlo: durante la partita ha avuto una botta al costato, credo che oltre a una contusione ci sia anche uno stiramento. In queste ore lo stanno visitando. In ogni gara ho sempre scelto i giocatori che stanno al meglio fisicamente”

Sul percorso di avvicinamento della squadra alla sfida: “Saremo determinati come chiedo sempre ai miei ragazzi. Dobbiamo concedere poco a un Fano che viene da due vittorie consecutive. Del resto questo lo stiamo facendo da 14 partite. Logico è che vorremmo fare regalo ai nostri tifosi ma ciò non ci deve distrarre. Non è la partita ma una delle tante gare che affrontiamo. Fermo restando che dentro di noi c’è una certa voglia di vincere. Il nostro regalo più grande ai tifosi è già quello che sta facendo: i miei ragazzi lasciano sempre il cuore dentro al campo. Il secondo tempo di sabato non è stato un caso, visto che nella prima frazione ci sono mancati i tifosi. Nel secondo tempo ho visto un altro spirito. E’ stato bello festeggiare con loro. Li vogliamo sempre dall’inizio”.

Sulla propria esperienza in fatto di derby: “Vengo da un’esperienza con un derby da vincere tutti i costi (Reggiana-Parma, ndr): a Reggio Emilia, prima di entrare in campo, sette miei ragazzi erano bianchi in viso. Quella di domani è pur sempre una partita. Dobbiamo affrontare tutte le partite come se fossero derby. Dopo quello che è successo la settimana scorsa (a Corinaldo, ndr) abbassiamo i toni”.

Sugli insegnamenti tratti dal match di coppa col Fano: “La coppa era un contesto diverso, con due squadre in embrione. Ora andiamo ad affrontare i nostri avversari col morale alto. Ci faremo trovare pronti”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome