Colucci pre-Pordenone: “Diop non partirà. Lazzari oggi non si è allenato”

0

Le parole del tecnico dei biancorossi Leonardo Colucci alla vigilia di Pordenone-Vis Pesaro (domani ore 18:30, diretta testuale su Solo Vis Pesaro).

 

Sul momento della squadra: “Le difficoltà vanno affrontare e superate, non saprei dire se affrontare il Pordenone ora sia un bene o un male. Dal canto nostro dobbiamo recuperare un po’ di convinzione. Non serve parlare di disfattismo: i ragazzi hanno commesso qualche errore di troppo col Vicenza e hanno concesso il secondo tempo col Renate. Forse non hanno fatto bene ad abituare così la gente. Per alcuni sugli spalti sembra che la Vis sia il Manchester City. Sabato siamo andati vicini al gol con Diop”.

Sullo stato dell’infermeria: “Botta potrebbe giocare ma è al secondo giorno di allenamento. Lazzari oggi non si è allenato. Ecco perché mi sono arrabbiato quando qualcuno dagli spalti ha urlato “cambia!”. Tutti noi vorremmo vedere in campo Dybala e Mandzukic. Dobbiamo far passare questo momento. Le squadre ci aspettano in casa, sul manto che abbiamo non è facile imporre un giro palla veloce. Ringrazio i giocatori per cose mai fatte in passato. Ci sono squadre in Serie A che non vincono da tempo. Noi dobbiamo essere ottimisti. Diop domani non c’è, Medved pure. Devo valutare qualcuno che ha giocato sabato e chi possa entrare a gara in corso”.

Sul Pordenone: “Fa calcio fatto di verticalizzazioni, con attaccanti veloci che vanno subito al sodo. Ha giocatori importanti, che peraltro stimo come uomini. È una squadra che nel complesso fa preoccupare e ha un paio di giocatori come Berrettoni e Burrai che possono inventarsi la giocata in qualsiasi momento. Inoltre è una realtà che ha una struttura societaria importante e che ha dato continuità sia in campo che fuori. Ci sono giocatori che militano in squadra da 4-5 anni”.

Sul manto del “Tonino Benelli”: “Il campo ci sta penalizzando ma non dobbiamo creare alibi. Il manto erboso di Pordenone da canto suo in inverno può essere insidioso. Noi dobbiamo adattarci a qualsiasi superficie e capire il rimbalzo della palla”.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome