Colucci pre Feralpi: “Tessiore non verrà a Salò. Voglio serenità e concentrazione”

0
Leonardo Colucci dopo la rifinitura al Benelli

La Vis Pesaro in queste ore sta raggiungendo Salò. Perché domani alle 16 e 30 si gioca una partita difficile ma dal grande valore. Leonardo Colucci poco prima della partenza della squadra si è concesso alle domande dei giornalisti nella consueta conferenza stampa pre-partita. Saranno 21 i convocati dal tecnico di Cerignola, compresi i 3 portieri.

Vi dico subito che Tessiore non partirà con noi. Ha la febbre a 39. Botta oggi ha accusato un problema alla caviglia, e dovrà essere valutato per domani. A centrocampo siamo quelli, si giocheranno un posto Buonocunto e Sabattini. Anche Lazzari potrebbe essere impiegato da mezzala, questa settimana si è allenato a singhiozzo ma è stato più in campo che sul lettino“.

Il mister poi si concede ad un’analisi sui prossimi avversari: “Loro saranno arrabbiati perché domenica scorsa volevano vincere e non ci sono riusciti. Stesso discorso per noi. Sono una formazione composta da uomini di categoria superiore, con un allenatore che sa far giocare bene i suoi ragazzi. Noi partiremo con le nostre armi, anche se siamo in difficoltà numerica andremo a fare la nostra partita con voglia, determinazione e coraggio“.

Ma oltre agli infortuni, c’è anche un recupero nelle retrovie: “Briganti ha recuperato, sarà a disposizione per domani. Dico sempre ai ragazzi di giocare spensierati, mai giocare con la paura. Abbiamo visto all’andata, su un tiro di Hadziosmanovic siamo riusciti a vincerla. E’ una cosa che ripeto sempre, non è possibile che da fuori area ci proviamo soltanto con uno o due giocatori“.

Vista l’emergenza numerica, Colucci parla anche di Beretti: “Se devo portare qualche ragazzo è perché poi mi possa servire. Non voglio togliere ragazzi per farli stare in panchina. Avendo fatto il settore giovanile so di cosa parlo, a me toglievano 8 giocatori per farli palleggiare dietro la porta. Non porto nessuno, anzi. Viene Paoli in ritiro con noi da squalificato. Perché per me tutto il gruppo è importante. Perché avere un giocatore caratteriale è come uno sbadiglio, contagioso. Trascina, ed è fondamentale in un spogliatoio“.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome