Confusione Lega, si aspetta ancora per gironi e ripescaggi

0

Giunti al 28 luglio, a meno di un mese dalla data prefissata per l’inizio del campionato, la Vis Pesaro non sa ancora con che squadre giocherà il ritorno nei professionisti dopo 13 anni. Visto che si tratta di terza serie, tutto dipende dalle due categorie superiori e la situazione Serie A è stata risolta solamente pochi giorni fa, con la conferma del Parma penalizzato di 5 punti  ed il salvataggio “pulito” per il Chievo Verona. Proprio ieri però la retrocessa Crotone ha dichiarato guerriglia in merito alla decisione presa dalla Lega per il club giallo blu di Campedelli.

In Serie B sono fallite le storiche società Bari e Cesena che si aggiungono all’Avellino, con il presidente campano Tacconi sicuro che il suo club giocherà la seconda divisione. I club in attesa di ripescaggio sono le retrocesse Entella, Novara, Ternana e Pro Vercelli, oltre la finalista dei playoff  di Serie C Siena ed il Catania. Nomi di alto rango, tutte con piena fiducia di ammissione, con possibilità che ogni giorno si alternano in attesa della decisione della Lega, che continua a tardare, con continui rinvii tra sorteggi Coppa Italia e calendario Serie B. Le più vicine sembrano essere la siciliana Catania e la retrocessa Novara visto che i parametri in base ai quali verrà stilata la classifica sono tre: il piazzamento nella classifica 2017-2018 (che vale per il 50%), la tradizione sportiva (25%), la media degli spettatori allo stadio (il restante 25%).

Probabilmente la Serie C quest’anno non sarà a 60 squadre. Sono state fatte le domande di ripescaggio solo da parte di Cavese, Como, Imolese, Juventus B e Prato (5 totali). I posti vacanti sono 4, uno lasciato dal Bassano, che ha cambiato denominazione in Vicenza, gli altri dalle mancate iscrizioni di Mestre, Reggiana e Andria. Ma vanno aggiunti i tre (o due) spazi che si libereranno con i ripescaggi in B, dunque avremmo avuto una platea potenziale di 6 o 7 ripescate, se ci fossero state richiedenti. Il rischio quindi di ritrovarsi in Serie C con 56-58 squadre è alto. La Vis Pesaro è sicura che sarà inserita nel girone B, ma spera che esso venga suddiviso “vecchio stile”, ovvero con squadre del solo centro Italia con tante trasferte toscane; e non come avviene nelle ultime stagioni, in maniera “verticale”, con squadre del nord-est e trasferte che raggiungerebbero Trieste, Bolzano e Renate. Possibile anche una riapertura di domande di ripescaggio da parte della Lega per avere 60 squadre, con Messina e Santarcangelo alla porta.

Intanto in altri paesi i campionati di seconda e terza serie sono pronti ad iniziare nel breve, visti gli impegni di Championship e League One inglese già il prossimo week-end, la stesura dei calendari di Segunda Division B spagnola (la nostra Serie C) avvenuta nel pomeriggio del 27 luglio e l’avvio della Bundesliga 3 con l’anticipo del venerdì, già giocato ieri. Ciò testimonia il fatto di come l’organizzazione del calcio italiano a livello giudiziale e gestionale sia in piena difficoltà.

Il 7 agosto dovremmo avere una situazione chiara, a meno che non ci siano altri rinvii…

La redazione SoloVisPesaro

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome