UFFICIALE: lo sport si ferma fino al 3 aprile. Ecco il decreto del governo

0
Coni
crediti Filippo Baioni

Le misure prese per il Nord varranno per tutta Italia. Per le manifestazioni sportive non c’è ragione per cui proseguano, anche i tifosi devono prenderne atto“. Così poco fa il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa. Tradotto: tutta Italia in “zona protetta”, misure estese a tutto il paese, campionati sospesi. Almeno fino al 3 aprile. La Serie C, come tutti gli altri campionati, si ferma.

L’ARTICOLO PRECEDENTE

Lo sport italiano si ferma fino al 3 aprile. Così ha stabilito il CONI nel pomeriggio di oggi durante la riunione indetta dal presidente Giovanni Malagò. Una decisione drastica ma essenziale, motivata dalla tutela della salute che è priorità indiscutibile. Tra i punti salienti fissati nella comunicato stampa (LEGGI QUI) la richiesta al Governo “di emanare un apposito DPCM che possa superare quello attuale in corso di validità“. Non solo: a quest’ultimo si chiede che lo sport (professionistico e dilettantistico) sia inserito nel piano di sostegno economico da varare nei prossimi giorni.

Inevitabile dunque lo stop del campionato di Serie C. Non degli allenamenti, consentiti per gli atleti professionisti.. I biancorossi di Galderisi avrebbero dovuto fare il loro rientro in campo sabato 14 (ore 17), a Gubbio. Tutto chiaramente rimandato. Si aspetta solo la comunicazione ufficiale della Lega Pro, sulla scia del DPCM che verrà.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome