Continuando la striscia positiva

0
Crediti: Vis Pesaro 1898

Pareggio casalingo e quarta partita consecutiva senza perdere. Ottavo posto confermato e differenza reti ancora con segno positivo. Complimenti altrui e Benelli pieno. Il lunedì pesarese sorride.

La Vis Pesaro è forte e continua a dimostrarlo davanti al proprio pubblico accorso numeroso visti i 2500 spettatori. Prima mezz’ora di gran calcio, tecnico, veloce, con palla in continuo movimento in tutte le zone del campo, con la fascia sinistra comandata da Simone Rizzato, a creare scompiglio e pericoli verso il Monza di Cristian Brocchi.

“Complimenti alla Vis Pesaro. Squadra buonissima e ben messa in campo, ci ha creato problematiche, hanno carattere”, così si è espresso l’allenatore avversario a fine partita. Parole che danno importanza e valore al lavoro svolto da mister Colucci e dal suo vice Gianni Migliorini. Tatticamente perfetti, tecnicamente ottimi, ieri i biancorossi hanno offerto una delle migliori prestazioni stagionali. Ma nonostante ciò, il primo tempo è terminato con un risultato negativo, tra occasioni sprecate e piccoli errori nell’impostazione difensiva. Proprio da una disattenzione è arrivato il goal ospite.

Non era facile reagire, ma la squadra invece è rientrata dagli spogliatoi vogliosa e convinta di poter riacciuffare il risultato. I calci piazzati hanno avuto ragione. Provati continuamente dallo staff biancorosso in questi mesi, ieri si sono visti i risultati. Petrucci batte, Gennari segna. 1-1. Risultato giusto, ma se Baldé nel primo tempo avesse sbloccato l’incontro si parlava di tutt’altra storia.

4 partite senza perdere, buona marcia esterna ma però la vittoria casalinga manca dallo scorso 23 settembre contro il Gubbio. Le ottime prestazioni davanti al popolo del Tonino Benelli ci sono sempre state, arriveranno anche i 3 punti. Al varco, tra due settimane, la rivale Fermana, in un derby marchigiano che si preannuncia bollente. I tifosi dovranno essere l’arma in più.

Ora testa ad una lunghissima trasferta, quella di Bolzano, quella dell’amato ex Rocco Costantino, quella della Sudtirol. Altra sfida da zona playoff, ma se il risultato che si vuole ottenere per fine stagione è questo, tante gare saranno d’alta classifica.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome