La corsa al primo posto e gol a pioggia: il ritratto del Perugia

0
Perugia
Crediti A.C. Perugia

Riacciuffare la cadetteria, persa una manciata di mesi fa. Per restituire al Grifo una dimensione più congeniale alla sua storia. Perché, diciamocelo, il Perugia con la Serie C non c’entra nulla. Nessuna forma di deferenza, sia chiaro: i biancorossi meritano ampiamente il loro quarto (ma virtualmente secondo) posto, con la prima piazza occupata da un Padova schiacciasassi (17 gol fatti nelle ultime 5 gare). Al “Benelli” i Caserta boys cercheranno di estendere una striscia positiva che dura da 7 partite e che ha portato in dote 19 punti e 20 reti, a fronte di una rosa profonda e di un gioco convincente. Eppure la sensazione è che Marchi e compagni proveranno a vendere cara la pelle, nonostante la batosta di Trieste possa aver fisiologicamente lasciato delle scorie non di poco conto.

Chi di sicuro mancherà in riva all’Adriatico è Michele Vano: l’attaccante romano sta recuperando da un problema alla caviglia che lo accompagna ormai da due settimane. Stessa sorte per Melchiorri e Sgarbi, entrambi squalificati. Detto delle assenze, Caserta potrebbe optare per il turnover, soprattutto a centrocampo: Favalli, Kouan e Cancellotti potrebbero lasciare spazio a Crialese, Di Noia e Rosi. Il tutto nel segno di un 4-3-3 ormai collaudato. In attacco si viaggia verso la riconferma di Falzerano, Bianchimano ed Elia: in tre hanno totalizzato 13 reti e 4 assist. Un ballottaggio invece al centro della difesa, con Negro e Monaco a contendersi una maglia da titolare.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome