L’inizio di una nuova fase del campionato. Almeno sulla carta. Questa l’idea di fondo della conferenza stampa di oggi del ds Claudio Crespini. Sabato al Benelli arriverà la Fermana e sarà battaglia vera. E i biancorossi hanno dimostrato di avere tutte le carte in regola per poter portare a casa l’intera posta in palio. “La Fermana ha perso in parte quel tessuto di otto undicesimi che si portava dietro da cinque o sei anni e che gli dava una solidità maggiore – afferma il ds vissino – Però con Sperotto, Scrosta, Comotto, Cognigni e il ritorno di Petrucci ha una certa forza. Domenica l’ho vista bene: ha perso due a uno e può recriminare per un episodio dubbio al novantaquattresimo, come noi del resto”. Sì, perché i canarini hanno avuto da recriminare e non poco per un rigore non assegnato e per l’espulsione di Bacio Terracino contro il Padova. Se l’ex Teramo e Potenza sarà out per due giornate, lo stesso discorso vale per Liguori, reo di “comportamento gravemente offensivo nei confronti dell’arbitro al termine della gara”. Il dirigente biancorosso non nasconde quello che sarà l’immediato futuro dei Pavan boys: “Dovremo giocare sempre con attenzione – prosegue –  Se scendiamo in campo con la grinta delle prime gare, sono ancora più ottimista. Aggiungiamoci il fatto che stiamo recuperando Lazzari, Botta e Voltan. Spero che sabato si possa avere una bella cornice di pubblico. Personalmente sono rimasto deluso dai numeri di domenica. Credo che il pubblico ‘fluttuante’ che qualche volta viene e altre no non si renda conto che aspetterà vent’anni per ritrovare una Serie C del genere”. Intanto sabato i biancorossi ritroveranno l’ex Andrea Petrucci: “Lo temo. Ci terrà a giocare bene. Non l’abbiamo tenuto solo per problemi economici, altrimenti sarebbe stato tra i primi riconfermati”. 

“Se scendiamo in campo con la grinta delle prime gare, sono ancora piu’ ottimista”

Sul fronte infermeria, Tessiore ristabilito, mentre Botta difficilmente prenderà parte attiva al match: “Tessiore è recuperato al cento per cento, Botta è invece a rischio – sentenzia Crespini – Credo che realisticamente parlando quest’ultimo potrebbe essere in panchina, per poi essere in campo a Verona. Quello del primo è un recupero come quello di Lazzari nella nostra economia, giocando sempre coi tre giovani”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome