Di Donato: “Col Mantova errori di gioventù, i nuovi porteranno esperienza”

0
di donato
Il tecnico della Vis Pesaro, Daniele Di Donato (foto: Vis Pesaro 1898).

Settimana di stravolgimenti in casa Vis Pesaro. All’addio di Farabegoli, pre-Mantova, si sono aggiunti i saluti di Lelj (svincolato) e di Ngissah, approdato alla Pro Sesto. Poi tanti arrivi. In porta Puggioni è ormai ufficialmente fuori lista, con Ndiaye – in prestito dall’Atalanta – pronto a prenderne il posto e il numero sulle spalle. Insieme a lui Ferrani e Di Sabatino daranno nuova linfa al reparto arretrato, mentre Tassi e Gucci (che ha già esordito) proveranno a migliorare rispettivamente qualità della manovra e della finalizzazione. Questo, insomma, il riassunto dei primi caldi giorni di calciomercato biancorosso. Di Donato proverà qualche nuovo innesto già in Alto Adige. Gara proibitiva, quella contro il Sudtirol, ma si parte comunque da 0-0.

Il mister non avrà a disposizione Gennari e Stramaccioni (squalificati), oltre a uno dei nuovi arrivi, Tassi. Che si è fermato in settimana per un problema al polpaccio del quale si saprà di più lunedì al termine degli esami strumentali. La buona notizia è il recupero di Marchi. Ecco le parole di Di Donato alla vigilia della trasferta contro il Sudtirol:

LA SCONFITTA CONTRO IL MANTOVA: “È stata una partita condizionata da episodi negativi. Se ci si soffermasse solo sul 4-1 si potrebbe pensare al fatto che la squadra sia stata in balia degli avversari, ma in realtà l’unico loro tiro in porta è stato il calcio di rigore. Si è trattato di infortuni singoli. La Vis ha avuto il 60% del possesso palla: loro hanno attraversato 5-6 volte la metà campo, facendo 4 gol”.

I NUOVI ACQUISTI“Quelli di domenica scorsa sono errori frutto della gioventù. È la prima volta da quando sono qui che ho Marchi all’80%. I nuovi innesti hanno invecchiato lo spogliatoio, e ci possono dare quel piccolo di malizia che ci è mancata finora. Quando si è giovani è normale avere certi sbalzi. Dai nuovi mi aspetto qualcosa in più dal punto di vista dell’attenzione, dell’equilibrio. Sono giocatori che hanno vissuto la C e sanno come si gioca. Finora siamo andati a puntellare quello che ci mancava. È arrivata gente di esperienza in grado di prendere per mano i giovani e farli crescere nel modo giusto”.

CHI GIOCA?“Ndiaye e Di Sabatino dovrebbero esordire. Porterò gli altri in panchina, più Gucci che giocherà dall’inizio. Lazzari sta bene. La mia fortuna è di aver recuperato Marchi che finora non ho praticamente mai avuto. Anche all’80% per noi è fondamentale”.

L’AVVERSARIO “Il Sudtirol è una grande squadra, che fa del predominio fisico il suo miglior punto di forza e che sono anni che fa grandi campionati. Ma le partite nel calcio sono tutte da giocare”.

DIFESA A 4?“I sistemi di gioco lasciano il tempo che trovano. L’importante è tornare in campo con la giusta attenzione. La giusta rabbia per affrontare una partita gagliarda dove tutti ci danno già per battuti, ma il bello del calcio è che si parte sempre 0-0”.

I CONVOCATI

La lista completa dei convocati per Sudtirol-Vis Pesaro. Si gioca domani a partire dalle 15:00.

I convocati per Sudtirol-Vis Pesaro (grafica: Andrea Cianni).

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome