Di Donato: “Ingenui sul gol subito, ma la prestazione c’è stata”

0
di donato
Il tecnico della Vis Pesaro, Daniele Di Donato (crediti: Vis Pesaro 1898)

Una partita brutta come il campo in cui si è giocata. Dopo tre risultati utili consecutivi, la Vis Pesaro cade in casa contro la Virtus Verona 0-1. Lo fa senza produrre occasioni da gol e concedendo agli avversari il più delizioso dei cioccolatini, proprio alla vigilia di San Valentino. Un regalo che Arma – attaccante che avrebbe potuto vestire la maglia della Vis in estate – non ci pensa due volte a scartare. Difficile commentare una gara spezzettata, fangosa, per lunghi tratti inguardabile. Ci ha provato così il tecnico dei biancorossi, Daniele Di Donato.

LA PRESTAZIONE“Per il risultato è un passo indietro, ma la prestazione c’è stata. Siamo partiti benissimo e abbiamo schiacciato la Virtus nella propria metà campo. Poi dovevamo giocare meglio quel pallone che abbiamo perso, ed è arrivato il gol. Da lì è stata una salita, loro hanno chiuso tutti gli spazi e non siamo riusciti a pareggiare”.

IL GOL DI ARMA “Quando si subisce gol c’è sempre un errore di qualcuno. Era una palla leggibile, facile da gestire, ma l’abbiamo sbagliata. Quell’episodio purtroppo ci è costato caro”.

STERILITÀ OFFENSIVA “Siamo partiti bene, poi nella ripresa la Virtus si è chiusa dietro e non siamo riusciti a trovare l’imbucata giusta. Tanti cross, tanti errori nell’ultimo passaggio, e non siamo riusciti a trovare la porta”.

PERCHÈ TOGLERE GUCCI E NON MARCHI?“Gucci aveva un problema al polpaccio ed è stato in dubbio fino all’ultimo. Per questo, dopo l’ammonizione, ho deciso di toglierlo”.

IL TERRENO DI GIOCO DEL BENELLI“Non parliamo del campo. Hanno aggiunto la sabbia e non è più un campo da calcio. Speriamo che questa situazione si risolva il prima possibile, ma non dev’essere un alibi, sullo stesso campo giocava anche la Virtus. Resta il fatto che un campo così è brutto da vedere per una Lega Pro”.

MERCOLEDÌ C’È LA TRIESTINA“La bellezza del calcio è che si mette un punto e poi si gioca di nuovo. Affronteremo una grande squadra, e questo ci deve “gasare”. Andiamo a Trieste a giocarcela. La classifica? Le sconfitte incidono sempre. Venivamo da ottime partite, abbiamo fatto un passo indietro ma mercoledì faremo di tutto per portare a casa un risultato positivo”.

LE PAROLE DI MANUEL FERRANI

Anche il centrale della Vis Pesaro, Manuel Ferrani, ha rilasciato alcune dichiarazioni a margine del match: “Tutto sommato è stata una buona gara, nonostante le condizioni del campo. A noi oggi però interessa solo il risultato e quindi di positivo c’è poco”.

Rimontare su un terreno così, poi, è praticamente una missione impossibile: “L’idea che mi sono fatto è che in questo campo, quando vai in svantaggio, diventa difficile. Perché poi le squadre tendono a chiudersi dietro, come abbiamo fatto noi col Modena. Costruire la manovra quando per fare un passaggio di 10 metri ci vuole mezz’ora diventa complicato. Non siamo giocatori di Serie A e in un campo così paghiamo in fase offensiva. L’importante era non concedere nulla, e purtroppo siamo stati condannati proprio da un errore”.

Infine, una battuta sulle prossime avversarie dei biancorossi:Come si affrontano Triestina e Perugia? Senza paura, abbiamo bisogno di fare punti ovunque”.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome