Di Donato: “Abbiamo meritato la salvezza. Un grazie a tifosi e società”

0
Di Donato
Il vice Daniele Bedetti e mister Daniele Di Donato dopo la salvezza ottenuta sul campo del Mantova

Game, set, match. Tempo di salvezza conquistata per la Vis Pesaro di mister Daniele Di Donato, che ai microfoni del “Martelli” commenta così la vittoria dei biancorossi sul Mantova. Ecco le sue parole.

 

“UN CAMPIONATO STREPITOSO E DIFFICILE” – “L’avevamo preparata bene. Avevo detto ieri che stavamo bene, avevamo fatto una settimana importante. Alla fine penso che abbiamo meritato ampiamente la vittoria, ma soprattutto questa salvezza. I complimenti sono tutti da fare a questi ragazzi, hanno fatto un campionato strepitoso e difficile. La società deve essere orgogliosa di aver avuto nell’organico questi splendidi ragazzi.”

UNA SALVEZZA ALLA PENULTIMA GIORNATA – “Sinceramente mi aspettavo di chiudere il campionato. Avevo visto i ragazzi stare molto bene in settimana, ieri gli ho detto di andare liberi di testa perché se siamo quelli dell’ultimo periodo non dobbiamo temere nessuno, e così è stato.”

LA DISAMINA DELLA VITTORIA – “Era la partita che dovevamo fare, gliel’ho detto negli spogliatoi. Oggi era un’altra battaglia da vincere e se l’avessimo vinta avremmo vinto la guerra finale. I ragazzi sono stati encomiabili, si sono immolati per la causa e hanno fatto una partita importante. Sono contento che abbia fatto gol Cannavò.”

DEDICHE E UN SASSOLINO – “E’ stato un percorso lunghissimo, un anno difficilissimo. Le dediche sono sicuramente per i ragazzi perché sono stati gli artefici di questa salvezza. Poi anche alla città di Pesaro che mi ha accolto in maniera splendida. E a questi tifosi che meritano la salvezza perché ci sono stati vicini nei momenti difficili e sono intervenuti sempre in maniera moderata e convincente quando c’era da intervenire, sapendo che c’era da soffrire e che non venendo allo stadio si soffre il doppio. Poi alla società, che in un momento difficile mi ha permesso di continuare questo percorso. Basta pensare che dopo la Feralpi avevo pensato anche di andare via e invece la società mi ha trattenuto, credendo nel lavoro che stavamo svolgendo. Alla fine i risultati sono venuti. Meritiamo tutti questa salvezza.”

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome