Di Donato sull’Arezzo: “Il mio passato non conta, darò la vita per batterli”

0
di donato
Il tecnico della Vis Pesaro, Daniele Di Donato. (foto: Vis Pesaro 1898)

Di Donato-Arezzo, la sfida nella sfida. Il doppio passato – da calciatore e da allenatore – del tecnico della Vis Pesaro come contorno di una gara dai mille significati. Tutti riconducibili a uno, comunque: la classifica. I biancorossi hanno bisogno di trovare i 3 punti, continuità, di confermare l’importantissima vittoria sull’Imolese e allontanarsi definitivamente proprio dall’Arezzo. Ultimo in classifica ma in vena di rimonte. Per farlo il mister della Vis non potrà contare su almeno uno dei due leader tecnici e carismatici della zona offensiva. Marchi praticamente è out, Lazzari probabilmente sarà solo in panchina. Le parole di Di Donato alla vigilia di Vis Pesaro-Arezzo.

LA SETTIMANA DI ALLENAMENTI“Quando si vince si lavora sempre meglio. Abbiamo fatto una buona settimana, per noi domani è una partita importante. Dobbiamo trovare continuità di risultati e l’Arezzo sarà un ostacolo”.

GLI ASSENTI“Marchi non ci sarà, Lazzari non credo che sarà della partita a meno che non decida di rischiarlo. Il modulo? Userò la difesa a 4″.

GLI AVVERSARI“L’Arezzo è una squadra importante, basta vedere i nomi. Hanno sicuramente delle difficoltà. Ma Cerci, Arini, Di Paolantonio, Cutolo, Foglia, Belloni sono giocatori di categoria. Dobbiamo stare attenti, è una partita difficilissima, di Champions. Per noi è fondamentale”.

IL PASSATO ALL’AREZZO“Noi avevamo improntato la squadra per fare una stagione importante quest’anno, ma la nuova società ha stravolto tutto. Comunque hanno costruito un bel gruppo e non sarà facile batterli. Arezzo per me fa parte del passato. Ci sono stato due anni da calciatore, dove mi hanno trattato benissimo. Ho un bel ricordo della città e l’anno scorso abbiamo fatto una bella stagione. Oggi la mia casa è la Vis Pesaro e darò la mia vita per batterli.

COME CI ARRIVA LA VIS? “La stanchezza è solo mentale. Non dobbiamo farci abbindolare dalle tante partite, dal covid etc. Domani serve dare tutto per trovare quella continuità che fino a quel momento ci è mancata, per raggiungere la vittoria”.

L’ASSENZA DEL PUBBLICO “I tifosi sono la parte fondamentale del nostro lavoro. La cornice che ti fa dare qualcosa in più. Tornare alla normalità, nel calcio, significa ritrovare i tifosi negli stadi e sostegno da parte del proprio pubblico”.

I CONVOCATI

Di seguito, la lista dei convocati per Vis Pesaro-Arezzo.

I convocati per Vis Pesaro-Arezzo (Andrea Cianni).

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome