Di Donato verso l’ultima contro il Sudtirol: “Futuro? Sarà una festa a prescindere”

0
di donato
L'ormai ex tecnico della Vis Pesaro, Daniele Di Donato (foto: Vis Pesaro 1898).

E pensare che questa potrebbe diventare la miglior Vis Pesaro dal ritorno nei professionisti. A dirlo un paio di mesi fa, non ci avrebbe creduto nessuno. Anzi, forse qualcuno sì: Daniele Di Donato. Bravo a trasmettere questa tenacia ai suoi ragazzi, autori di un finale di stagione “da squadra forte”, dice il mister. Adesso i 42 punti ottenuti da Colucci nel 2018/19 sono lì a un palmo dal naso. La Vis, a quota 41, potrebbe eguagliarli con un pareggio e superarli con una vittoria sul Sudtirol all’ultima giornata.

Si gioca domenica, ma domani è 1° maggio e dunque si è fatta un’eccezione alla regola. Per questo mister Di Donato ha già presentato la sfida del Benelli ai microfoni virtuali dei giornalisti: “C’è voglia di chiudere bene – ha esordito il tecnico biancorosso -. È inutile nasconderci, abbiamo visto questo piccolo record [quello di Colucci], ne abbiamo parlato nello spogliatoio e vorremmo batterlo come coronamento del cammino importante dell’ultimo periodo”.

È l’ultima fatica prima delle vacanze, e probabilmente l’ultima fatica in maglia Vis in assoluto per qualcuno. E dunque è giusto dare spazio a chi ha giocato meno, prosegue Di Donato. Quei giocatori che hanno avuto meno chance di scendere in campo ma che “sono comunque stati importantissimi per la salvezza. Contro il Sudtirol ci saranno dei cambiamenti, ma questo non vuol dire che non faremo bene: chi scenderà in campo darà il massimo per chiudere al meglio il campionato”.

Lo stesso vorrà fare il Sudtirol, già sicuro del terzo posto ma non per questo meno agguerrito: “Penso che qualunque squadra voglia chiudere bene la stagione, quindi sarà una bella partita”. Una bella partita senza pubblico, ancora una volta:Sarebbe stato bello festeggiare con i nostri tifosi, hanno vissuto anche loro un’annata intensa e difficile. Purtroppo la pandemia ha rimandato ancora questo evento, sperando che il prossimo anno si riaprano gli stadi. Una partita senza tifo non è calcio”.

All’appello in casa Vis mancheranno i soliti infortunati (Tassi, Benedetti e Ndiaye), ai quali si aggiungeranno i due squalificati Gelonese e Tessiore. Anche per questo motivo Di Donato convocherà un paio di ragazzi della Primavera 3, autrice fin qui di un bellissimo campionato“Sono contento, Alessandro [Sandreani] sta facendo un ottimo lavoro e questo significa che sta funzionando un po’ tutto. Porterò in panchina due ragazzi e vedremo se sarà il caso di farli esordire”.

Crescono i baby ed è cresciuta un po’ tutta la Vis Pesaro. Fatta di tanti under che, vista la giovane età, ci hanno messo un po’ prima di carburare: “Sono migliorati un po’ tutti, anche sul piano della convinzione. Ai ragazzi va data la possibilità di sbagliare. Col tempo abbiamo acquisito quella consapevolezza di potercela giocare con chiunque. I ragazzi sono stati bravi a credere in quello che facevano, a perseverare nel lavoro e a compattarsi e unirsi.

Il contratto di Di Donato scade il 30 giugno 2021. Sarà la sua ultima panchina con la Vis?

“Pensiamo a finire bene il campionato – risponde il mister -. Sarà bello essere in panchina domenica perché abbiamo raggiunto l’obiettivo prefissato, cosa che fino a qualche tempo fa sembrava inimmaginabile. Siamo stati bravi ad arrivarci una settimana prima e domenica sarà una festa un po’ per tutti, a prescindere di quello che succederà in futuro“. 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome