Di Paola: “Parlerò a breve con la Vis per capire se continuare insieme”

0
L'esultanza di Manuel Di Paola dopo il gol contro il Modena. (foto di Filippo Baioni)

“Sono sincero: mi dispiace che sia finita. Negli ultimi mesi ci siamo veramente divertiti nel ritrovarci al campo. Ancora qualche partita e ci saremmo tolti altre soddisfazioni”. Così Manuel Di Paola ha aperto la sua intervista ai microfoni del Resto del Carlino. Quasi con un pizzico di nostalgia verso il recente passato in maglia Vis Pesaro che, chissà, non è detto non possa vestire anche in futuro. Dopo il 30 giugno.

La situazione è questa: il contratto di Di Paola con la Vis Pesaro scade alla fine del mese prossimo, cosa che dal 1° luglio lo rende ufficialmente libero. Senza considerare che già adesso potrebbe accordarsi con chi vuole. E bisogna dirlo chiaramente: Di Paola ha fatto una stagione strepitosa. Al di là dei numeri (7 gol, in campo per 90′ in 16 gare consecutive, 24 partite su 27 da titolare etc.), il classe ’97 si è dimostrato – per qualità e quantità – un giocatore di un livello superiore. Uno che in mezzo al campo delle tre promosse in Serie B ci sarebbe stato senza problemi, e che probabilmente meriterebbe una nuova chance in cadetteria.

Non è difficile quindi immaginare quanto corposa sia la fila di squadre che hanno già bussato alla sua porta. E quanto difficile sarà per la Vis Pesaro provare a trattenerlo. Vederlo al Benelli ad agosto sarebbe un colpaccio, ma non un sogno impossibile. Lo ha dichiarato lo stesso Di Paola:

“Per pensare al futuro non c’è fretta. Col mio agente stiamo facendo ogni valutazione e con la Vis siamo in parola di vederci a breve per capire se si possono costruire le basi per continuare insieme”. Però, ammette, “a chi non piacerebbe la Serie B? Per mio carattere non mi pongo paletti, ma vivo anche ben radicato nel presente. Aver finito la stagione in anticipo ci consente di ponderare la scelta da fare. A Pesaro ho trovato il miglior gruppo che potessi sperare, tutti mi hanno dato una mano a mettermi nelle migliori condizioni possibili”.

Dall’Isokinetic di Verona, che l’ha aiutato a recuperare la condizione atletica dopo la rottura del crociato a ottobre 2019, a Daniele Di Donato che l’ha reinventato mezzala. Questi (insieme al gruppo) i segreti dell’esplosione pesarese di Di Paola. Rinato con quel gol al Carpi alla sua prima presenza in biancorosso: “Segnare il gol-vittoria al debutto era il sogno che rimuginavo quando ero a casa senza squadra”. 

Poi sono arrivate altre prestazioni e altri gol pesanti – “Modena su tutti” -, prima della fine del campionato e del divertimento. “Ancora qualche partita e ci saremmo tolti altre soddisfazioni”. Beh, in caso, c’è sempre la prossima stagione pronta a rimediare. La palla passa al calciomercato.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome