Petrucci alla Fermana, Diop si accasa alla Paganese: il mercato degli ex biancorossi

Guidone conteso da Viterbese e Monopoli. Proprio i pugliesi si sono assicurati le prestazioni di Hadziosmanovic. Boccioletti in prova al Fano.

0
Andrea Petrucci, ala in uscita dalla Vis Pesaro
Andrea Petrucci (crediti: Vis Pesaro 1898)

Per una Vis Pesaro che prende forma sotto gli occhi di mister Pavan, ce n’è un’altra da poco smantellata che vive del ricordo di una salvezza agguantata (quasi) in extremis. Diversi sono gli interpreti ora lontani dai radar della società di via Simoncelli. Alcuni accasatisi altrove, altri alla ricerca di una sistemazione. A partire da Andrea Petrucci: il classe ’91 è a tutti gli effetti un nuovo elemento a disposizione della Fermana di Flavio Destro. Un vero e proprio cavallo di ritorno in maglia canarina, dopo aver totalizzato 35 presenze tra campionato e coppa tra le fila dei biancorossi. L’ufficialità del trasferimento è attesa a breve e il giocatore si aggregherà ai nuovi compagni nelle prossime 24 ore. Se Petrucci lascerà Carpi per dirigersi nelle Marche, farà percorso inverso il pesarese Stefano Rossoni: il terzino classe ’97, giunto a Fermo nell’affare-Misin, ritroverà il suo ex tecnico Giancarlo Riolfo (30 presenze nella vittoriosa annata di D).

Sul fronte attaccanti, sarà futuro nel girone C per Abou Diop. L’ex Vis Pesaro, Bassano e Juve Stabia rimpolperà il reparto offensivo della Paganese. Per lui un contratto fino al 30 giugno 2020, dopo una parentesi in maglia biancorossa che ha portato in dote 26 presenze e 2 reti. Diop potrebbe ritrovare (da avversario) Marco Guidone, in uscita dal Padova: sul classe ’86 ci sarebbero Viterbese e Monopoli. E proprio nella città pugliese è già sbarcato il terzino classe ’98 Cristian Hadziosmanovic. Periodo in prova tra le fila del Fano invece per l’ex compagno di reparto Benjamin Boccioletti (’98).

Marco Briganti, Simone Rizzato e Stefano Botta, attualmente senza contratto, sono impegnati nel raduno AIC (Associazione Italiana Calciatori) di Coverciano. Per i tre un’occasione per mettersi in mostra e poter frequentare il corso “Allenatore di base – UEFA B”. Il patentino (acquisito dopo esame finale) consente di allenare fino alla Serie D inclusa, oltre a selezioni giovanili (fino alla Berretti) e prime squadre femminili.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome