Giovani Sampdoria: Farabegoli certezza, Tessiore conferma, Ejjaki novità

0
Farabegoli e Tessiore
Farabegoli e Tessiore, i due giovani fondamentali, con Ejjaki, arrivati dalla Sampdoria (crediti foto Filippo Baioni)

Nove giovani provenienti dalla Sampdoria, club con cui la Vis Pesaro è legata da una partnership attesa da un rinnovo, hanno indossato la maglia biancorossa nella stagione 2019-2020. Un totale di 6313 minuti accumulati in 27 partite disputate. Tommaso Farabegoli, alla sua prima annata nel calcio dei grandi, risulta il secondo giocatore più presente della squadra: per lui 2333 minuti sui 2430 a disposizione. Meglio ha fatto solo capitan Lorenzo Paoli, con 7 minuti in più (2340′). E l’interesse di alcuni club di Serie B per il giovane talento classe ’99 testimoniano tutto il suo valore.

Farabegoli in una sola occasione è partito dalla panchina, nel girone di andata contro il Vicenza, e solo una volta è stato sostituito, all’83esimo nel derby interno con la Fermana. Il resto del campionato – 25 gare – lo ha passato per intero in campo, lottando e difendendo lo scudetto della Vis Pesaro. Con sicurezza e determinazione, dimostrando una grande maturazione. E soprattutto, da difensore centrale, giocando pulito: per lui un solo cartellino giallo, nella sfida casalinga contro il Ravenna.

Il minutaggio di Farabegoli rappresenta il 37% di quello dei giovani arrivati dalla Samp. Percentuale che raddoppia, raggiungendo il 75%, se al difensore vengono aggiunti gli altri due talenti principali arrivati alla Vis Pesaro: Andrea Tessiore e Yassin Ejjaki. Per il primo 1098 minuti stagionali (17 presenze), per il secondo 1360 (20). Se per Tessiore si è trattata della seconda stagione consecutiva in Serie C, rallentata da un infortunio che lo ha tenuto fuori dai campi per circa 2 mesi, per Ejjaki è stato l’anno dei debutti dopo il prelievo da parte della Vis Pesaro. Il giovane marocchino, classe ’99, è infatti l’unico giovane ora di proprietà dei biancorossi. Una prospettiva su cui gettare le basi per il futuro. Nella rosa pesarese ci sono anche i giovani Orazio Pannitteri e Andrea Bianchini, entrambi non in prestito dalla Sampdoria, oltre ad Alessandro Di Munno, arrivato a gennaio dal Monza.

I GIOVANI BLUCERCHIATI CHE HANNO AVUTO MENO SPAZIO

Il rimanente 25% della torta del minutaggio dei giovani provenienti dalla Sampdoria è composta da ben sei calciatori. Di Nardo, Gabbani, Campeol, Gomes Ricciulli e due giocatori che nel mercato di gennaio hanno fatto il percorso inverso: Romei è andato a Siena (con cui tornerà in campo per i playoff) e Benedetti è arrivato dalla Virtus Entella grazie ai blucerchiati.

Pronti, via e il talentino 2000, al suo primo allenamento in biancorosso, si è infortunato alla caviglia. Dopo un mese di stop Leonardo Benedetti ha esordito da subentrato nell’ultima gara giocata, quella valsa la salvezza a Fermo. 12 minuti, solo cinque in meno di quelli accumulati da Carlo Romei in quattro presenze nel girone d’andata. Rimanendo su numeri in doppia cifra, Gomes Ricciulli ha totalizzato tre presenze per un totale di 21 minuti.

Alessandro Gabbani e Antonio Di Nardo, alla loro seconda stagione a Pesaro, hanno trovato più continuità. Il primo, centrocampista di sostanza, ha disputato 7 gare (5 da titolare) per un totale di 481 minuti. Di Nardo invece, sotto le direttive di mister Simone Pavan, è sceso in campo 13 volte (per 609‘), giocando come esterno di centrocampo con costanza nel mese di ottobre. Poco spazio anche per Axel Campeol, classe 2000, rallentato da diversi infortuni stagionali. Per lui un totale di 9 presenze e 382 minuti.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome