Dal 2011 al 2014: il girone F, la finale playoff di Macerata, i numerosi derby

0
Vis Macerata
Vis Pesaro 2012/2013 (foto Vis Pesaro 1898)

Il ritorno in Serie D e solide basi gettate per il futuro. La Vis Pesaro che nell’estate del 2011 si affaccia alla quarta serie è farcito di giovani. Un organico promettente impegnato sull’asse Emilia Romagna-Molise. Da Rimini (sponda Real) a Isernia. Per un undicesimo finale che vuol dire salvezza ampiamente conquistata. Le piazze storiche però sono distanti: il Teramo ottiene la promozione in Serie C, Sambenedettese e Ancona si giocano fino alla fine la vittoria del raggruppamento F. Sulla panchina biancorossa si alterna il tandem Simone Pazzaglia-Ferruccio Bonvini, col primo (reduce dalla cavalcata nei playoff di Eccellenza) poi sostituito dal secondo (ora alla guida dell’Under 16 della Virtus Entella). Nella rosa vissina emergono talenti interessanti, come i fratelli Torelli e il fantasista Ridolfi.

NEL 2012 ECCO IL LAZIO. FATAL MACERATA IN FINALE PLAYOFF

Nella stagione 2012/2013 cambia la geografia del girone: niente più Emilia Romagna, ecco il Lazio. San Cesareo, Astrea, Fidene e Città di Marino. Appuntamenti suggestivi nella Capitale e nei Castelli Romani. La guida è affidata a Beppe Magi (ex tecnico della Juniores Nazionale biancorossa) e a fine stagione sarà quinto posto finale, a quota 57 punti. Tradotto: ultima piazza playoff agguantata. E suggellata dalla vittoria esterna in semifinale contro il Termoli: 1-2 il finale, costellato dalle reti di Torelli e Bugaro. La piazza rossiniana è inevitabilmente carica, la finale di Macerata è realtà. Avversario turno appunto la Maceratese, il 13 maggio 2013. Una serata sfortunatissima quella dell’ “Helvia Recina”. Vince la Rata per 4-1, Melchiorri (poi diretto a Padova, in B) firma una tripletta indigesta. Annata conclusa. È ancora Serie D.

I NUMEROSI DERBY, C’È MAGI IN PANCHINA

L’annata successiva, se possibile, è quella del consolidamento (apparente) in quarta serie. Il girone è sempre targato lettera F, le avversarie sono ormai conosciute a menadito. In panchina c’è ancora Magi, il sesto posto finale con 49 punti non vale i playoff. Epppure i biancorossi vivono derby caldi: Fano, Fermana, Ancona e Maceratese. Una stagione non esaltante ma con un tifo comunque presente. Anche nell’estate del 2013, quando Vis e Fano si affrontano al “Benelli” per il secondo turno di Coppa Italia di Serie D: passano i granata per 2-3. Pillola amara da ingoiare. E ce ne saranno altre. In attesa di tempi migliori.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome