I gol di Bortolussi e otto pesanti defezioni: il ritratto del Cesena

0
cesena giraudo
Giraudo, grande assente di domani, in azione nel match di andata col Cesena (foto Vis Pesaro 1898)

Di Gennaro (problema ai flessori durante la rifinitura), Ardizzone, Borello, Munari, Tonetto, Maddaloni, Capanni e Zecca. E’ un Cesena falcidiato dalle assenze quello che i biancorossi incroceranno al “Manuzzi”. Un dato di fatto, questo, che si accompagna allo scivolone di Fermo. Sia chiaro: un calo di tensione è fisiologico, a maggior ragione se il turnover è scelta obbligata e non voluta. E però il Cavalluccio visto al “Recchioni” è apparso una “squadra involuta soprattutto sotto il piano dell’atteggiamento”. Al netto della prestazione coi canarini, guai a sottovalutare i romagnoli, che nei gol di Bortolussi (12) e Russini (4) hanno costruito il proprio sesto posto, a quota 42 punti (gli stessi della Feralpisalò). Un bottino figlio di 12 vittorie, 6 pareggi e 6 sconfitte, con uno score fuori casa (1,93 punti) migliore rispetto fino a qui ottenuto tra le mura amiche (1,36).

Capitolo formazione. Probabile la riconferma del 4-3-3 che è marchio di fabbrica della gestione Viali. Se in porta è confermato Nardi, in difesa Zappella e Longo affiancheranno Ciofi e Ricci (al posto di Maddaloni). A centrocampo probabile l’impiego di Collocolo, Petermann e Steffè. Sul fronte offensivo, si va verso un assetto a tre con Russini-Sorrentino-Bortolussi, con l’ex Gubbio pronto a rilevare il capocannoniere cesenate nel ruolo di riferimento centrale.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome