Grandolfo, l’ex in gol: “Tolto qualche sassolino, ma non verso tifosi e città”

0
Grandolfo Legnago
Francesco Grandolfo (foto F.C. Legnago Salus)

Mi sono tolto qualche sassolino, ma non nei confronti di Pesaro come tifoseria e come città perché sono stato molto bene. E’ stata per me una bellissima esperienza giocare lì.” Chi lo ha detto è Francesco Grandolfo, al ritorno al gol dopo 84 giorni. Tanti quanti ne sono trascorsi dalla rete nel pareggio per 1-1 con la Feralpisalò. Sono invece 406 quelli passati dall’ultima partita con la maglia Vis Pesaro. In riva all’Adriatico c’era arrivato il 9 luglio 2019. L’addio si era invece concretizzato il 9 gennaio dello scorso anno. Pochi mesi che sono bastati per lasciare il segno (2 reti e pregevoli giocate) e un buon ricordo nell’immaginario dei tifosi biancorossi. Il passaggio ai rivali della Sambenedettese e la rete del 2-0 di oggi sulla la Vis non hanno per nulla scalfito l’affetto della piazza biancorossa. Anzi. E però l’attaccante barese ha voluto togliersi qualche sassolino. Nulla contro città e tifoseria, sia chiaro, quanto contro un’esperienza pesarese interrotta troppo presto da vicissitudini di campo e mercato.

Sui biancorossi di Di Donato il giudizio dell’attaccante del Legnago è sfumato: “Si vede che erano un po’ bloccati o che potevano aver timore di spingersi troppo in avanti. Noi siamo stati da subito molto aggressivi, un po’ più spavaldi, con la testa più libera per fare la nostra partita.”

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome