Il Sudtirol di Stefano Vecchi: 4° posto e secondo miglior attacco del girone

0
Stefano Vecchi, il tecnico del Sudtirol (crediti foto Fc Sudtirol)

Una delle trasferte più difficili del campionato. La partita di mercoledì alle 16:00 allo stadio Druso di Bolzano sarà uno degli esami stagionali più tosti per la squadra di Simone Pavan. Il Sudtirol è un gruppo affiatato, fatto di giocatori fisici e di sostanza. Ma anche di qualità tecniche e realizzative. I numeri lo testimoniano.

La squadra allenata da Stefano Vecchi, ex Primavera Inter, è quarta in classifica con 39 punti conquistati in 21 giornate, 14 in più della Vis Pesaro. Sono 33 le reti realizzate dal Sudtirol, il secondo miglior attacco con il Vicenza, secondi solo alla Reggio Audace che ha segnato 37 gol. Lì davanti il talento classe ’98 Simone Mazzocchi, scuola Atalanta, ha numeri da grande attaccante: 10 reti in 21 partite, vice capocannoniere del girone dietro a Daniele Paponi del Piacenza (13) e doppietta nell’ultima giornata contro il Rimini, dove il Sudtirol ha vinto 4-1.

Altri 9 gol nel girone d’andata erano stati segnati da Tommaso Morosini, passato poi nel mercato invernale al Monza. Tra le linee sta disputando una grande stagione il talento Daniele Casiraghi, le ultime tre stagioni al Gubbio. Per lui 6 gol stagionali: 5 allo stadio Druso e uno solo in trasferta, allo stadio Sandro Cabassi di Carpi.

A centrocampo gioca il vero trascinatore della squadra, il capitano Fabian Tait. Il classe ’93 veste la maglia del Sudtirol dal 2014 e contro la Vis Pesaro disputerà la presenza numero 206. Uno di cui mister Vecchi non può fare a meno.

IL PUNTO SU CUI DEVE GIOCARE LA VIS: LA DIFESA DEL SUDTIROL

Uno dei reparti che non sta rendendo come suo solito è la difesa. Il Sudtirol ogni anno è una squadra che concede pochissimo, sia a livello di occasioni che di gol subiti. Invece questa stagione ha la media di circa un gol subito a partita (20 in 21 partite). I grossi e fisici Vinetot e Polak potrebbero subire la velocità di De Feo come falso nueve o ritrovarsi a sportellare tutta la partita con uno tra Marcheggiani e Malec. In porta il titolare è il classe ’98 di proprietà del Torino Tommaso Cucchietti.

Altro fattore determinante della sfida valida per la 22^ giornata – ma considerata prima del girone di ritorno, rinviata a fine 2019 per la defiscalizzazione – sarà la temperatura di Bolzano. Il clima freddo e un campo pesante potrebbero rendere difficile il palleggio alle due squadre, giocando di più sui contrasti e sui duelli fisici. Chi avrà più fame vincerà. E la Vis tra la stagione scorsa con Leonardo Colucci e questa con Pavan non ha mai vinto tre partite consecutiva. Un motivo in più d’orgoglio per battere la squadra di Stefano Vecchi.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome