Gettare i presupposti per una crescita importante, tra prima squadra e settore giovanile. Questa l’idea di fondo della collaborazione tecnica tra Vis Pesaro e K Sport, presentata ieri nella sala stampa del “Tonino Benelli”. Fondata nel 2006 da Mirko Marcolini, K Sport si propone come progetto di ricerca a fronte impronta pesarese per lo sviluppo di strumenti matematici rivolti alla rilevazione oggettiva della prestazione sportiva. Una realtà in questo senso già affermata: 300 squadre monitorate, partnership intensiva con la Serie A italiana, “leader mondiale nel proprio settore”, come afferma il dg Vlado Borozan. Proprio il dirigente biancorosso presenta così la collaborazione: “La Vis Pesaro sta impostando un nuovo modus operandi, a partire dallo scouting e dalla formazione dei calciatori. Per noi è molto importante presentare un’azienda pesarese. Spero sia una collaborazione lunga: la concepiamo come indispensabile per la nostra attività”.

“la vis pesaro sta impostando un nuovo modus operandi”

In termini concreti: come si articola il rapporto tra le due realtà? K Sport fornisce e fornirà gli strumenti necessari per monitorare in tempo reale le prestazioni di tutti i giocatori coinvolti, in partita e in allenamento. Il tutto nel segno di numerosi parametri oggettivi come distanza percorsa e accelerazione. Ecco allora il fondamentale apporto di una maglia sensorizzata: permetterà di valutare anche lo stesso elettrocardiogramma dell’atleta. E se già un germe di collaborazione tra Vis e K Sport c’era già in tempi passati, ora il rapporto ha trovato vero corpo: “Negli anni precedenti si potevano già rilevare dati in tempo reale, ma questo la Vis non lo poteva fare perché non c’era una collaborazione ufficiale – sentenzia MarcoliniSiamo felici ora di poter fornire un sistema di misurazione live”.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome