La Primavera sbanca Matelica di rigore. Ora la pausa, poi il derby

0
La Primavera sbanca Matelica grazie al rigore di Gaudenzi (foto: Vis Pesaro 1898)

Tre punti su rigore e tutti a casa, meglio di così. La Vis Pesaro Primavera torna da Matelica con tutto il bottino e per almeno un weekend potrà staccare la spina, guardare gli altri giocare. Il prossimo (ovvero il quartultimo) turno di campionato, infatti, toccherà riposare ai biancorossi. Che rientreranno per il rush finale a partire dal prossimo 29 maggio nel derby – in trasferta – contro il Fano. Ricordiamo che il campionato, a 9 squadre, prevede due partite di riposo per tutte: una per girone. Le uniche che devono ancora scontare la propria ultima giornata di stop sono Vis Pesaro, appunto, Ternana, Fano e Teramo.

La firma sulla vittoria di ieri (sabato 15) ce l’ha messa il numero 10, Gaudenzi, appena rientrato dall’infortunio al polso. Era stato proprio lui a guadagnarsi il rigore poi trasformato con freddezza contro Martorel, uno che quest’anno vanta anche 3 presenze con la prima squadra dei marchigiani. Non è stata una gara semplice e per il tecnico Liberti “il Matelica avrebbe meritato di più di quanto raccolto”. Vanno segnalati infatti un paio di ottimi interventi del portiere vissino Sodani, in grande forma. Ma anche diverse chance di raddoppio per la Vis Pesaro con lo stesso Gaudenzi, Morelli e Pierpaoli.

IL TABELLINO (youtvrs.it)

MATELICA: Martorel, Paoletti, Cammarino, Tordini, Bernacchini, Sampaolesi, Santamarianova, Sampaolo (9’ st Piermattei), Carboni (9’ st Ruani), Pettinelli (21’ st Paolucci), Pecci. A disposizione: Sansaro, Petrini, Croia, Fermani, Albanese, Zitti, Zepponi. Allenatore Emanuele Liberti.

VIS PESARO: Sodani, Paduano, Masullo, Galeazzi, Ceccacci, Carnicelli, Morelli (30’ st Cocchi), Venerandi, Rastelletti (21’ st Morani), Gaudenzi, Pizzagalli (15’ st Fiorani). A disposizione: Piersanti, Agostini, Baruffi, Sallaku, Bartolucci, Dori, Pierpaoli, Sylla, Brisigotti. Allenatore Alessandro Sandreani.

ARBITRO: Sig. Eriseld Nazeraj della sezione di Fermo.

RETE: 30’ pt Gaudenzi (rig).

NOTE: ammoniti Gaudenzi e Rastelletti.

LA CLASSIFICA

Comunque, va bene così. Lo 0-1 basta e avanza per fare un ulteriore passo in avanti in classifica, sempre più corta a eccezione della primissima Perugia. Resta da capire quale sarà la formula per quanto riguarda le eventuali retrocessioni in Primavera 4. Tralasciando Perugia, Como, Ternana e la quarta prima squadra promossa in Serie B tramite playoff, non dovrebbero esserci promozioni in Primavera 2. Lo ha riferito un paio di giorni fa l’allenatore biancorosso, Alessandro Sandreani, al Resto del Carlino:

“La formula è ancora in alto mare. Prima si parlava di playoff, poi di final four fra le migliori per rimanere in Primavera 3 relegando le altre in Primavera 4, infine di valutare coefficienti di rendimento. Di certo non c’è promozione in Primavera 2 eccezion fatta per chi è salito in Serie B come Perugia, Ternana o Como. Noi attualmente avremmo un coefficiente di classifica per restare in Primavera 3, ma vogliamo riprendere contatto con le prime posizioni”.

Ora lo stop, poi le ultime 3 giornate per togliersi magari la soddisfazione personale di arrivare al secondo posto. La Vis Pesaro ha la matematica e le potenzialità per riuscirci. Di seguito, ecco la classifica del Girone E (c’è un errore: la Vis ha giocato 13 partite e non 12).

classifica primavera
La classifica di Primavera 3 (mondoprimavera.com)

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome