La squadra è partita per il ritiro. “Campagna acquisti non ancora chiusa”

0
La squadra al completo partita per Cantiano. Il ritiro durerà fino al 3 agosto

La fedeltà dei tifosi non tramonta neanche d’estate. Il 16 luglio ha inizio ufficialmente la stagione calcistica 2019-2020 della Vis Pesaro. Più di cento tifosi erano presenti al Tonino Benelli per accompagnare la squadra al pullman poi partito per Cantiano, dove il ritiro biancorosso durerà fino al 3 agosto.

TANTI NUOVI TRA GLI ACCLAMATI “VECCHI”

Tanti volti nuovi, dai più giovani arrivati in prestito dalla Sampdoria come Campeol, Ejjaki (prelevato a titolo definitivo) e Farabegoli (a cui tanti tifosi hanno chiesto se fosse figlio dell’ex giocatore della Vis degli anni ’80), passando per i neo-arrivati Grandolfo, Rubbo e Pedrelli, ai più applauditi e ben voluti come capitano Lorenzo Paoli (il migliore dei test atletici), il muro difensivo Mattia Gennari e il numero 10 Flavio Lazzari. Presente anche Alex Misin, pesarese doc alla sua prima esperienza in maglia biancorossa dopo tante stagioni con le maglie di Fermana e Fano, accolto nel silenzio e nel vociferare di alcuni tifosi.

Incoraggiamenti invece per l’attaccante classe 1992 Alessandro Tascini, pescato in serie D umbra dal Bastia, a cui i tifosi hanno già chiesto l’esultanza sotto la curva Prato. C’era anche Davide Voltan, giocatore importante che questa stagione avrà un ruolo fondamentale nell’attacco della Vis Pesaro. E poi i blucerchiati confermati Tessiore, Romei e Gabbani (anche lui arrivato a titolo definitivo). Presente Giorgio Gianola, negli ultimi sei mesi in prestito alla Giana Erminio. Da capire se il difensore da poco trentenne rimarrà o meno nella difesa pesarese, che ha il vanto di essere la migliore dello scorso campionato, girone B. Tutti i giocatori erano in maglia rossa, mentre lo staff in maglia bianca, con il nuovo main sponsor della stagione che è Macron.

IL MISTER PAVAN E IL DG VLADO BOROZAN

Il mister Simone Pavan è stato accolto tra gli applausi dei presenti, con anche qualche grido di “entusiasmo”. Al suo fianco il vice Renato Vito e il team manager Alessio Peroni, anche loro due nuovi acquisti dello staff biancorosso. “Siamo tutti vogliosi e impazienti di iniziare” racconta mister Pavan, pronto al suo ritorno in una panchina di una prima squadra dopo due anni di Sampdoria Primavera. Lo ha detto di nuovo, come imperativo, “sarà una Vis feroce, la fatica deve essere dentro un giocatore, altrimenti non puoi giocare e affrontare certe sfide”. Sarà una preparazione con palla, con piacere e voglia di giocare, dove Pavan cercherà di dare un’identità alla squadra nel minor tempo possibile.

A livello di acquisti manca ancora qualcosa, ma per il mister “la società ha operato benissimo e con calma troveremo gli ultimi innesti“. “Siamo pronti per un grande campionato e contenti per gli acquisti, ma la campagna non è a ancora chiusa” racconta il direttore generale Vlado Borozan. Costruire per il futuro, è questo il suo obiettivo alla seconda stagione a Pesaro, dopo che ha lottato e faticato per rinnovare la partnership con la Sampdoria. Non ci sono preferenze di girone né per Pavan né per Borozan. “La Vis Pesaro deve calcare stadi importanti” spiega il direttore generale. Sono state accorciate le date e con tutta probabilità domani verranno già composti i tre gironi di serie C. Ci sono possibilità che quest’anno si torni al modello Nord-Centro-Sud, con la Vis che si ritroverebbe diverse trasferte in Toscana.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome