La Vis Pesaro segna e si diverte. Il primo test finisce 10-0

0
La prima uscita stagionale della Vis Pesaro

Primi meccanismi tattici provati, tante reti e un centinaio di tifosi giunti a Cantiano per seguire la squadra. Questo è stato il primo pomeriggio di amichevole per la Vis Pesaro targata Simone Pavan.

SISTEMA TATTICO

Dal caldo pomeriggio di ritiro alle pendici del Catria, iniziato martedì e che proseguirà fino al 3 agosto, sono arrivate le prime indicazioni. In primis il sistema tattico provato in tutta la gara da mister Pavan: un 4-3-1-2 che in alcuni frangenti si trasforma in un 4-2-3-1. Una mezzala che spesso si butta nello spazio ad accompagnare la giocata verticale di un centrocampista. Nel primo tempo lo ha fatto Alberto Rubbo, classe ’89 arrivato dalla Virtus Verona, uno dei giocatori più positivi di giornata con giocate intraprendenti, buona tecnica e intelligenza tattica. Nel secondo tempo invece il compito è stato svolto in alternanza da Alex Misin (sua la rete del 7-0 di testa) e Yassine Ejjaki.

ATTACCO VIS PESARO

La seconda indicazione è invece arrivata dall’attacco: la Vis Pesaro produce e segna. Vero che la squadra avversaria, composta da giocatori di terza categoria e juniores, era di livello più basso, ma dopo neanche una settimana di allenamenti il gruppo ha mostrato buone doti tecniche, con intensità e carisma. Francesco Grandolfo ha segnato quattro reti nei primi 45 minuti: destro, sinistro, colpo di testa e tap-in. L’attaccante arrivato dalla Virtus Verona ha anche sbagliato un rigore.

Nel secondo tempo l’altra prima punta, Alessandro Tascini, ha mostrato buone doti da realizzatore con due reti di ottima fattura: un tiro secco di mancino e un destro a incrociare. La sorpresa di giornata è stata poi la prestazione di Orazio Pannitteri, giovane classe ’99 in prova ma vicinissimo alla firma, che ha mostrato ottime capacità di inserimento, oltre al gol segnato. Ex Catania, nelle ultime due stagioni ha giocato tra Acireale e Locri in serie D, può giocare sia da esterno che sulla trequarti.

ALTRE INDICAZIONI PER MISTER PAVAN

Capitan Lorenzo Paoli è stato impiegato come vertice basso per produrre gioco, poi sostituito nella ripresa da Alessandro Gabbani. Per il reparto difensivo buona gara per il giovane ’99 arrivato dalla Sampdoria Tommaso Farabegoli, così come nella ripresa ha mostrato qualità ed esperienza l’ex Ravenna Tommaso Lelj, autore anche dell’8-0 con un colpo di testa. Ad aprire l’exploit di reti pesaresi era stato Davide Voltan, apparso già in buone condizioni.

Da segnalare anche la prestazione di alcuni giovani della Berretti aggregati in prima squadraMattia Gaudenzi, classe 2001, è stato impiegato da mister Pavan sulla trequarti per tutta la ripresa. Il pesarese ha mostrato buone capacità tecniche, battendo alcuni calci piazzati e servendo l’assist del 10-0 siglato da Tascini. Unica nota negativa il rigore sbagliato, calciato sulla traversa. Bene anche il portiere classe 2000 Andrea Ciacci, autore di buone parate nel primo tempo, schierato come avversario della Vis Pesaro. Probabilmente diventerà il terzo portiere. Non sono scesi in campo gli indisponibili Flavio Lazzari e il nuovo numero 1 Adnan Golubovic, ancora entrambi alle prese con il recupero dai rispettivi infortuni.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome