La Vis Pesaro piange il suo tifoso Andrea Rossi ⚪?

0
Vis Consiglio Federale
I tifosi della Vis Pesaro (foto Vis Pesaro 1898)

L’amico di tanti, un modello per tutti. Andrea Rossi, poco più di 40 anni, è morto nella notte tra domenica e lunedì nel letto di camera sua. Era affetto da sindrome di down e da qualche giorno aveva contratto un’alta febbre, derivante da una possibile infezione da COVID-19 che ancora deve essere confermata dalle autorità sanitarie.

Molto conosciuto in città per il suo ruolo da dirigente all’Offside, squadra di seconda categoria, era un fedele tifoso abbonato della Vis Pesaro e un amante – di quelli veri – dello sport. Tifoso sfegatato della Juventus, girava tra i campi della città per seguire tutto il calcio non professionistico – notizia di poco fa è la sospensione di tutti i campionati dilettantistici fino al 3 aprile – ed era abbonato alla Vis Pesaro. Nei campi di provincia, con la bandierina in mano, era per tutti il “guardalinee”. Amava anche la pallacanestro e seguiva volentieri la Vuelle. Nonostante la malattia, la sua passione per lo sport andava oltre ogni cosa.

Un fratellone, mi è venuto a mancare un pezzo di vita”, dice un suo amico. “Un cuore grande come il suo sorriso”, spiega un altro suo caro. L’avvocato ed ex candidato sindaco di Pesaro, Nicola Baiocchi, lo commemora con una foto: “Un ricordo splendido per una persona splendida come te”. Parole forti e lacrime accompagnano questo momento di sconforto. La notizia ha fatto il giro di Facebook in pochi secondi: tutti lo conoscevano o almeno lo avevano visto una volta in giro per Pesaro. La redazione di SoloVisPesaro ci tiene a fare le condoglianze alla sua famiglia.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome