Lazzari: “Non rilassiamoci, prima di Natale servono altri punti”

0
Lazzari
Flavio Lazzari (foto Vis Pesaro 1898)

L’ha decisa lui. Nel bene (tanto) e nel male, dove si è reso complice con la difesa del pasticcio che ha scaturito l’1-0 dell’Imolese. Poco importa: questi tre punti d’oro portano la firma di Flavio Lazzari. Numero 10 sulla schiena e di fatto, come dimostra la semirovesciata dell’1-1 – bel cioccolatino di De Feo – e il freddissimo rigore del vantaggio per completare la rimonta. Una doppietta che lo porta a quota 3 gol stagionali e lo incorona come attuale capocannoniere della Vis Pesaro. Intervenuto ai microfoni virtuali dei giornalisti del post-partita, Lazzari ha commentato così la prestazione personale e di squadra.

L’IMPORTANZA DELLA VITTORIA: “È importante per me, ma più per la squadra. In un momento del genere, dopo il passo falso contro il Fano, oggi nel primo tempo ci siamo presentati un po’ contratti. Abbiamo sbagliato sull’azione del loro gol, io in primis. Ma mi tengo la reazione della ripresa dove abbiamo giocato bene e ci siamo liberati di qualche pensiero. La doppietta mi rende felice, ma la mia felicità è per il gruppo, l’allenatore e tutta Pesaro che ci ha seguito e sa che stiamo attraversando un momento un po’ così”.

L’INTESA CON DE FEO: “Tutti i giocatori di qualità sono chiamati a mettersi a servizio della squadra. Anche Cannavò, Ngissah e Marchi stanno facendo bene. Con De Feo c’è sintonia e quando siamo vicini abbiamo più possibilità di essere pericolosi. Oggi è andata bene, è stato bravo lui a farmi l’assist e a guadagnare il rigore. I miei gol sono solo a ciliegina sulla torta della prestazione di squadra”.

LE SUE CONDIZIONI FISICHE: “Sto abbastanza bene, ho avuto un piccolo risentimento muscolare prima del cambio, ma penso sia una cosa di poco conto. Era da molto che non giocavo delle partite ravvicinate. Dopo 90 minuti in un campo pesante la scorsa settimana e 70 altrettanto complicati qui, ci può stare”.

L’ERRORE SULL’1-0 IMOLESE: “Lasciamo al caso troppe cose. Non siamo concentrati su un fallo laterale che per noi può rappresentare vincere o perdere. Chi sbaglia il fallo laterale, chi non la tiene, chi non esce… lo dico senza accusare nessuno. Ma un gol così è frutto di una serie di errori. Tutti, me compreso, non abbiamo capito l’importanza di quel pallone. Sono errori che alla lunga paghi”.

LA DOPPIETTA: “Forse l’ultima l’ho segnata 1 anno e mezzo fa contro la Virtus Verona. È bello tornare al gol, ma oggi è la vittoria del gruppo. Allenatore, staff, squadra. È la vittoria di tutti”.

I PROSSIMI IMPEGNI: “Continuità è l’ABC del nostro percorso appena iniziato. Abbiamo nelle mani la possibilità di tirarci fuori dai guai e fare bene, ma questo non deve farci rilassare. Contro l’Arezzo sarà fondamentale fare punti, ed è lì che dovremo dimostrare di aver capito in che situazione siamo e che non basta una vittoria per risolvere i problemi. Dobbiamo continuare su questa strada e portare a casa altri punti prima di Natale”.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome