Le prime 10 giornate del girone B

0

Dieci giornate di calcio giocato. Il girone B della Serie C, a differenza degli altri due, si sta rilevando il più teso. Le prime 10 squadre in 6 punti. Equilibrio, ogni gara può riservare una possibile sorpresa. Su questo argomento hanno ribattuto più volte sia l’allenatore della Vis Pesaro Leonardo Colucci che il direttore sportivo Claudio Crespini. E sulla stabilità e la collaborazione i biancorossi stanno costruendo le proprie sicurezze.

Al comando, con uno sguardo a tutte le altre compagini dall’alto, c’è la rivale marchigiana giallo-blu, la Fermana. Costanza e gruppo, con queste caratteristiche i fermani sono lì davanti. Difesa che non subisce, attacco che approfitta, squadra che non molla. Che dire, il lavoro fatto ripaga. A inseguire, per la prima volta in stagione, la sorpassata Pordenone che sta dimostrando carenze a livello difensivo visti gli 11 goal incassati.

Spazio poi alle certezze di categoria, coloro che auspicano ad un campionato di vertice, le realtà della terza serie. La Triestina è il miglior attacco, il Vicenza ha in rosa il capocannoniere del girone Giacomelli con 7 reti, la Feralpi Salò ha una gara in meno e insegue di solo tre distanze il primato della Fermana. La partita da recuperare per la squadra lombarda sarà però forse la più difficile, la Ternana. Gli umbri allenati da Luigi De Canio e trascinati dal vice-capocannoniere Marilungo (5 reti in 5 presenze), sono l’unica squadra imbattuta del girone. Dovranno recuperare 4 gare per via della sentenza ripescaggio, tutte quante alla portata del calibro allestito, a partire da quella di questa sera a Fano. Una big però delude, il Monza di Cristian Brocchi, prossima avversaria della Vis Pesaro che arriverà ferita dall’attuale periodo negativo, vedi ultima sconfitta interna per 1-4.

La banda di Colucci rientra sicuramente tra le novità, al pari dell’Imolese già affrontata, della vicina Ravenna e dell’unica abruzzese del girone, il Teramo, che dopo il cambio dell’allenatore ha ritrovato la retta via per la salvezza.

Nei bassifondi della classifica invece continua a deludere l’Albinoleffe, unica squadra del girone non ancora vittoriosa e attualmente appaiata con la Virtus Verona nel diciannovesimo posto. Il Renate, ultimo, dopo il cambio allenatore dovuto alla sconfitta interna proprio con la Vis Pesaro continua a faticare, anzi a non vincere. 4 sconfitte in altrettante gare per l’allenatore Gioacchino Adamo subentrato, con panchina già calda per un’altro eventuale esonero. Le 3 rivali storiche dei pesaresi, Fano, Sambenedettese e Rimini si muovono negli ultimi posti playout del girone, con 8 punti ottenuti a fatica.

Nicholas Masetti

per SoloVisPesaro.

Crediti foto Vis Pesaro

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome