Lega Pro, è finita. In B Monza, Vicenza e Reggina. Vis Pesaro salva

0
Vis Consiglio Federale
I tifosi biancorossi (foto Vis Pesaro 1898)

Giornata campale per il futuro prossimo della Lega Pro, ormai finita. Come vi abbiamo riportato questa mattina. E’ finita l’assemblea dei club, composta da tutti e 60 i presidenti di Serie C, dove si deciderà di cosa ne sarà di questo campionato, con annesso il discorso promozioni. In attesa di sottoporre le scelte al Consiglio Federale.  Il giornalista della Gazzetta dello Sport, Nicolò Schira, ha pubblicato un tweet dove per primo ha anticipato ciò che da giorni era nell’aria. “La Serie C è conclusa -si legge nel tweet-, Monza, Vicenza e Reggina saliranno in Serie B“.

Ai club è stato presentato uno studio, come riportato da Ansa, sull’impatto che avrebbe una possibile ripresa degli allenamenti. Una spesa che si aggira tra i 98 e i 146mila euro per club. Senza contare le spese per delle eventuali partite a porte chiuse, escluse nello studio in questione.

Si è a lungo discusso su eventuali scenari di riforma della terza serie italiana, alla luce del grave danno economico provocato dal Covid-19. Considerando il rischio elevato di fallimento per tante società di Serie C. La Vis Pesaro, che comunque in classifica è un punto sopra la zona play-out, sarà così salva. Confermato il blocco delle retrocessioni dalla C alla D. Così come il blocco dei ripescaggi dalla D alla C.

AGGIORNAMENTO ORE 17

I 60 club avrebbero deciso di sottoporre al Consiglio Federale, oltre alle decisioni riportate sopra (stop e blocco retrocessioni, Serie B per le capoliste) anche la quarta squadra ad essere promossa. Si è votato, secondo quanto riporta TuttoC.com, per evitare la disputa dei play-off e assegnare la candidatura al Carpi, per merito sportivo. Ovvero la squadra che detiene la miglior media punti a parità di gare giocate.

AGGIORNAMENTO ORE 17 E 30

Sono arrivate anche le parole di Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, intervistato da TuttoC.com al termine dell’assemblea.  “La più bella assemblea che ho mai fatto, è prevalso un grande senso di responsabilità comune“.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome