Domani c’è il Legnago: all’esordio in C, ecco Perna e l’ex Vis Grandolfo

0
Legnago
Legnago in azione nell'amichevole col Vicenza (foto LR Vicenza)

Beata freschezza. A Legnago, città di poco più di 25000 abitanti a 40 km a Sud-Est di Verona, la Serie C sa di novità assoluta. O quasi, perché sulle rive dell’Adige la terza serie l’hanno assaporata tra il 1945 e il 1948. Qualcosa come 72 anni fa, che cozzano coi 23.2 anni di media del sodalizio di patron Venturato.

I biancoblù di mister Massimo Bagatti (ex Campobasso e Correggese) si avvicinano all’esordio in campionato con un organico giovane e agguerrito. Senza dimenticare una quota essenziale di esperienza, che nel caso dei veneti è prerogativa del centrale di difesa  Perna, l’anno scorso a Modena ma con ben 339 gettoni di presenza in B. Suo compito sarà quello di far crescere capitan Bondioli (’97), ma anche il suo pari età Pellizzari (Reggiana) e i baby neo arrivati Zanoli (Napoli, ex Carpi), Girgi (Atalanta, ex Pergolettese) e Ricciardi (Ascoli, ex Fano). Al netto di un mercato ancora lontano dalla sua conclusione, la linea verde è affare anche del centrocampo, a partire dai confermati Ranelli (’96), Antonelli (’99) e dei neo arrivati Gasperi (’97, dal Sudtirol) e Carannante (’99, dal Parma). In attacco invece Gennari e compagni ritroveranno l’ex Grandolfo, che domani dovrebbe essere affiancato da Rolfini. Senza dimenticare un Giacobbe arma in più dei veronesi.

Cinque le uscite precampionato del Legnago: prima coi dilettanti del Montorio (4-1) e del Cerea (3-0), poi i test più probanti con Udinese (sconfitt per 3-0), Cremonese (vittoriosi per 1-2) e Vicenza (sconfitta per 3-2). Appuntamenti in cui i veneti hanno potuto oliare i meccanismi di un 4-3-1-2 che con tutta probabilità verrà riproposto anche domani sera.

 

LEGNAGO SALUS (4-3-1-2): Colombo; Riccardi, Perna, Pellizzari, Grigi; Carannante, Ranelli, Antonelli; Giacobbe: Grandolfo, Rolfini. All. Bagatti

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome