Matteo Tomei firma con il Teramo. “In debito verso questa città”

1
Il portiere Matteo Tomei mentre saluta i tifosi biancorossi (crediti: Vis Pesaro 1898)

Una notizia lanciata da Gianluca Di Marzio nel primo pomeriggio, che abbiamo verificato. Sembra tutto fatto per il passaggio di Matteo Tomei, portiere classe ’84, al Teramo. Il portiere di Motta di Livenza saluta Pesaro dopo soltanto un anno, che resterà ben impresso nella memoria dei tifosi biancorossi.

Decisiva, secondo quanto abbiamo verificato, l’offerta della nuova proprietà degli abruzzesi. Società teramana, rilevata qualche settimana fa dall’imprenditore Franco Iachini, subentrato all’ex patron Luciano Campitelli dopo 11 anni. Una proprietà con un budget decisamente più alto di quella pesarese e quindi in grado di formulare un’offerta al giocatore praticamente fuori mercato, rispetto a quella proposta per rinnovare con la Vis Pesaro.

Dalla società biancorossa hanno confermato la trattativa, arrivata ormai alle battute finali. Il calciatore in questo momento sta discutendo gli ultimi dettagli per il contratto che partirà dal 1 luglio. Quando scadrà ufficialmente quello con la Vis Pesaro. Decisivo il parere del nuovo mister degli abruzzesi, Bruno Tedino, che lo ha già allenato a Pordenone.

E sono arrivate anche delle dichiarazioni anche di Tomei, raggiunto al telefono, che ha confermato il proprio passaggio a Teramo. Aggiungendo: <Sono in debito verso Pesaro, verso la città e i suoi tifosi. Avete fatto stare bene me e la mia famiglia, per me questo significa tutto. Alla base c’è sempre stato il rispetto reciproco, che è stato esemplare. Mi sentivo in dovere di salutarli perché mi hanno fatto sentire uno di loro, e questo non lo scorderò mai. Grazie a tutti>.

Matteo Tomei, rigore parato all’esordio con la maglia della Vis Pesaro.

Il numero uno della piazza saluta. Dopo una stagione vissuta sicuramente da protagonista. Il numero di parate decisive non si riesce bene a quantificare, e passerà agli annali la prestazione da vero fenomeno contro la Ternana, davanti al pubblico del “Tonino Benelli“. Uno zero a zero cementificato dalle sue mani. Un grande che lascia Pesaro, sempre disponibile a parlare con chiunque. Dal presidente al tifoso fuori dallo stadio. Dal giornalista al piccolo raccattapalle della domenica. In ogni caso, un numero uno.

1 COMMENTO

  1. Beh, aveva detto che sarebbe andato via solo per la serie B. A parole sono tutti bravi, poi davanti al dio denaro….. Pertanto non lo osannerei più di tanto, anzi….Speriamo che faccia una bella cappella quando ci incontreremo. Adios. Avanti un altro

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome