Mauro Bosco sul mercato della Vis: “Abbiamo due cartucce da sparare”.

0
Mauro Bosco e il Sindaco di Pesaro, Matteo Ricci.

Il Bosco-day si è svolto in grande stile. Nella sala del consiglio comunale di Pesaro il nuovo presidente e socio di maggioranza biancorosso si è presentato a stampa e tifosi (più di 200 i sostenitori presenti).

Diversi i temi toccati, ma l’attenzione generale è andata inevitabilmente al mercato in entrata, ancora non concluso secondo il patron campano. <Arrivo in una piazza che non ha assolutamente bisogno di rivoluzioni. Il grosso è già stato fatto e la rosa attuale è competitiva per il torneo che affronteremo. Stiamo facendo dei ragionamenti, ovviamente. Sicuramente c’è da lavorare per sparare le ultime due cartucce per completare questa squadra>. E giù di applausi ed entusiasmo travolgente.

Anche il diesse della Vis Pesaro, Claudio Crespini, si è detto soddisfatto delle parole del nuovo presidente: <Il patron ha parlato di due acquisti, penso che sia una dichiarazione importante, anche se penso che con il nuovo budget a disposizione potremmo arrivare anche a prenderne 3 di livello. L’attaccante? Ci stiamo lavorando costantemente, vogliamo scegliere bene>.

Mercato no-stop per i biancorossi. A termine della conferenza c’è stato un pranzo tra la proprietà e la dirigenza al gran completo. Il tema ovviamente, le famose due cartucce da sparare. Attaccante e centrocampista. Sulla punta si fanno i nomi più disparati, a cominciare da Saveriano Infantino, in rottura con il Teramo e con ben più di un occhio puntato sopra. Anche la Fermana è stata accostata al giocatore, che sarebbe intenzionato a cambiare aria. L’obiettivo è quello di portare a Pesaro un bomber che faccia la differenza nella categoria, per convincere proprio tutti sulla bontà del nuovo corso della Vis Pesaro 1898. Occhio anche alla pista Bahlouli dalla Sampdoria. Il vero gioiello della cantera blucerchiata. Crespini sta lavorando costantemente per convincere il ragazzo e il suo entourage.

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome