Nel 40° anniversario del movimento ultras raccolti 970€ per Daniele Mei

0
Serie C
La coreografia al Tonino Benelli per i 40 di movimento ultras nella città di Pesaro (crediti foto Filippo Baioni)

Una domenica di festa. Una curva Prato piena, uno stadio colmo di gente. Una Vis Pesaro che lotta su ogni pallone e vince 1-0 contro il Cesena. I giocatori sono entrati in campo davanti ai colori biancorossi della coreografia, creata nel 2019 ma esposta solamente il 12 gennaio del 2020, in occasione della prima giornata del girone di ritorno.

LA STORIA CONTINUA

Il movimento ultras nella città di Pesaro nasce nel 1979. Da quel giorno la curva, come ogni gruppo d’Italia, ha visto evoluzioni e involuzioni del tifo organizzato. Gruppi che si sciolgono, nuove pezze che vengono esposte, giovani che entrano, vecchi che escono e ricambi generazionali e famigliari. Ma tutto con un solo obiettivo: mantenere viva la curva Prato e il mondo ultras.

Nell’estate del 2019 si erano già celebrati i 40 anni, con un incontro e torneo di calcetto tra tifosi, dove fu ospite anche il giornalista Pierluigi Spagnolo. Ecco perché la coreografia doveva comparire sulle gradinate già lo scorso anno. Giovedì 24 ottobre, nel settore ospiti dello stadio Mancini di Fano. Questa era la data per festeggiare il movimento ultras tutti insieme.

Ma come sappiamo quel giorno morì il tifoso della Vis Pesaro Cesco e quindi tutto venne rinviato. Ma alti investimenti dei tifosi, sacrificio, passione e unione dovevano in qualche modo essere auto celebrati e così è stata scelta la partita contro il Cesena.

DANIELE MEI, UNO DEI FONDATORI DEI VIS BOYS MALATO DI SLA

Una lotta che accomuna tutti. La curva Prato e la tribuna hanno raccolto 970€ nelle gara al Tonino Benelli contro i romagnoli. La cifra è un grande contributo per la lotta che sta affrontando da 3 anni Daniele Mei, storico tifoso della Vis Pesaro e co-fondatore di quel movimento ultras che proprio contro il Cesena festeggiava i 40 anni.

I pesaresi ci tenevano a fare qualcosa per Daniele. E continueranno a farlo: la raccolta fondi probabilmente continuerà fino a fine stagione. Piccoli gesti che dimostrano l’unione, la fratellanza e la vicinanza a un compagno dei gradoni. Nella Prato sono stati raccolti 850€, in tribuna coperta e laterale invece 120€.

Proprio qualche giorno fa a Daniele è stato riconosciuto dall’Inps l’assegno di accompagnamento dopo una campagna partita dal Resto del Carlino e poi seguita dal sindaco di Pesaro Matteo Ricci. Anche ieri Mei, originario del quartiere di Muraglia, era allo stadio insieme al figlio di 9 anni, presente per la prima volta, e ai suoi amici del gruppo Porto per seguire la Vis Pesaro. Mei a giugno sarà di nuovo in Russia, dove si sta curando, per continuare la sua lotta e l’aiuto verso Daniele deve arrivare con un piccolo consenso da parte di tutti. Uniti si vince! Un po’ come ha fatto ieri la squadra.

IBAN: IT40N0760113300001042411106

MEI: 001042411106

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome