Obiettivo salvezza e invertire un trend negativo: il ritratto del Legnago

0
Legnago
Un'azione di Legnago-Modena 0-1 (foto F.C Legnago Salus)

Tre punti d’oro zecchino in chiave salvezza. E’ questa la posta in gioco di Legnago-Vis Pesaro, giro di boa della stagione e autentico crocevia per l’annata di entrambe le squadre.  Al “Sandrini” (domani, ore 14:30) difficile immaginarsi una gara non bloccata: al netto della posta in palio vissini e veronesi non vorranno incappare rispettivamente nella quarta e ottava non-vittoria consecutiva. Che per il Legnago significherebbe dare corpo al terzo peggior trend del girone nelle ultime 10 gare. Eppure la stagione dei legnaghesi aveva preso avvio sotto una buona stella, con 9 punti maturati nelle prime 5 gare. Poi però il rendimento si è stabilizzato attorno ai reali valori di una rosa non di primo pelo ma capace di centrare l’obiettivo salvezza. Se l’ultima vittoria dei ragazzi di Bagatti (ve lo ricordate alla guida del Campobasso, in D?) risale al 16 dicembre scorso, le 18 positività del novembre scorso non hanno di certo agevolato il percorso. Un dato: quello del Legnago è il secondo peggior attacco del torneo (14 gol, spalmati equamente tra i vari Chakir, Grandolfo, Luppi e Rolfini). A questo però si aggiunge una difesa solida, che ha nei pochi gol subiti (17) un valore aggiunto.

Capitolo formazione. Bagatti ripartirà dal 4-3-1-2. Tra i pali confermato Pizzignacco, mentre in difesa spazio ai centrali Perna (capitano) e Bondioli, con Ricciardi e Zanoli a supporto sulle fasce. A centrocampo confermati Antonelli, Giacobbe e Bulevardi. L’attacco sarà composto da Rolfini (in alternativa Grandolfo) e dall’ex Modena Luppi, mentre Morselli dovrebbe agire sulla trequarti.

 

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-1-2): Pizzignacco; Ricciardi, Perna, Bondioli, Zanoli; Antonelli, Giacobbe, Bulevardi; Morselli; Rolfini (Grandolfo), Luppi. All. Bagatti

 

VIS PESARO-LEGNAGO 2-2: RILEGGI LA CRONACA TESTUALE DEL MATCH D’ANDATA

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome