Paoli: “Dedico il gol ai miei nonni”. Puggioni: “Ringrazio i tifosi presenti”

0
Il momento del gol del capitano Lorenzo Paoli (crediti ? Feralpisalò)

Uno ha segnato il gol del pareggio, l’altro ha salvato due volte il risultato. Il primo è il capitano della Vis Pesaro 1898, il secondo un uomo spogliatoio arrivato da poco in biancorosso per dare qualcosa di più alla squadra. La doppia P (Paoli-Puggioni) ha lasciato il segno nella gara di Salò, dove la Vis Pesaro ha pareggiato 1-1.

Un punto importante, arrivavamo da due sconfitte – Carpi e Modena – e così abbiamo mosso la classifica” racconta al telefono capitan Lorenzo Paoli, autore del gol, il suo secondo stagionale, che “dedico a mio nonno Menco – Domenico – e a mia nonna Anna”. L’atteggiamento dei biancorossi è stato ottimo, “coraggioso e di grande inerzia”. La Feralpi ha giocato in 10 per l’ultima mezzora e alla Vis è “mancato cinismo e freddezza, potevamo sfruttare meglio le palle inattive” sentenzia il capitano.

Ha segnato un gol rabbioso, di pura voglia. Con la palla lì sulla linea dopo il colpo di testa di Tascini, Paoli ha messo la zampata che è valsa un punto. Si è chiuso così il girone d’andata – ma non il 2019 visto che domenica la Vis gioca a Bolzano – e Paoli tira una prima somma delle 19 gare giocate dalla squadra: “Al netto di infortuni siamo lì. In qualche occasione se avessimo avuto una giusta determinazione potevamo portare a casa più punti, vedi Triestina e Reggiana, due grandi rammarichi. Hanno giocato molti ragazzi giovani. Spero che il lavoro di questa prima parte ci porti frutti per fare qualcosa nel girone di ritorno”.

CHRISTIAN PUGGIONI LASCIA IL SEGNO CON DUE MIRACOLI

“Per come si era messa la partita nel secondo tempo, l’appetito vien mangiando e ci sarebbe piaciuto portare a casa i tre punti” racconta il portiere numero 31 della Vis Christian Puggioni, alla sua seconda da titolare con la maglia dei biancorossi.

Classe ’81, Puggioni ha compiuto due miracoli nel primo tempo: il primo su Andrea Caracciolo in una sfida tra ex serie A e la seconda su Ceccarelli. “Quando il portiere para è positivo” racconta Christian che poi spiega le due parate: “Sulla prima ho battezzato l’angolo e l’intenzione, la seconda invece è stata calciata sporca” e ha parato distinto.

Il portiere ci tiene a fare una menzione sugli oltre 30 tifosi presenti allo stadio Lino Turina di Salò: “Sono da ringraziare perché fanno dei sacrifici per seguircispiega Puggioni contento della piazza in cui è approdato tre settimane fa. “Non è mai mancato il loro supporto, uniti si va lontano, andiamo avanti su questa strada”.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome