Pavan pre Vicenza: “Servirà anche culo. Bisogna lottare senza mollare”

0
Simone Pavan in conferenza stampa prima della partita contro il Vicenza

La carica dei tifosi, la determinazione della squadra e il rientro di tre infortunati. “Avere qualche soluzione in più mi fa dormire un quarto d’ora in più alla notte”, ci scherza su mister Simone Pavan, pronto ad affrontare la prima del girone B, il Vicenza.

I tifosi della curva Prato hanno salutato la squadra durante la rifinitura pre Vicenza

Una ventina di tifosi biancorossi hanno voluto salutare i giocatori nell’allenamento a porte chiuse, facendo una comparsa di una decina di minuti allo stadio Tonino Benelli. Uno striscione con scritto “Cuore, grinta, orgoglio, questa è la Vis che vogliamo“, qualche coro e il massimo sostegno alla squadra, impegnata domani alle ore 15:00 in questa complicata sfida contro il Vicenza allenato da Domenico Di Carlo. “Il loro saluto ci dà forza, significa che sono con noi a spingere. Mi ha fatto molto piacere, ci tengono in modo particolare”, commenta Pavan sulla visita dei tifosi.

DOPO PADOVA, PAVAN RECUPERA TRE GIOCATORI

La Vis Pesaro dovrà rialzarsi dopo il tonfo di domenica scorsa a Padova, dove la squadra di Pavan è uscita sconfitta con un netto 4-0. “La sfida allo stadio Euganeo va lasciata alle spalle ma non dimenticata. Con le squadre di alta classifica facciamo un po’ di fatica a imporre quello che vorremmo, ma non dimentichiamoci l’obbiettivo“, spiega mister Pavan. Il tecnico è salito in conferenza stampa dove aver scambiato qualche parola e sorriso insieme a Puggioni, al direttore generale Vlado Borozan e alla gradita visita di Marco Manzini, che dopo un brutto incidente nel 2012, è uscito dal coma nel 2018 con la voce di Dino Zoff.

Pavan in settimana ha lavorato soprattutto sulla fase offensiva per cercare di trovare soluzioni utili e valide per trafiggere la miglior difesa del calcio professionistico italiano: “Non bisogna mollare, le soluzioni arriveranno“. Di sicuro saranno utili De Feo e Pannitteri, recuperati e convocati anche se non al meglio. Situazione analoga anche per Stefano Botta. Ci sarà anche Nava, fermato dalla febbre in settimana. Benedetti e Lazzari invece potrebbero tornare a disposizione tra due partite, quando la Vis giocherà lo scontro diretto al Bruno Recchioni di Fermo (domenica 23 febbraio alle 17:30).

Difficile la partenza dei tre recuperati dall’inizio ma a gara in corso saranno sicuramente giocatori utilissimi. Ecco quindi che Pavan potrebbe optare per un 3-5-2, partendo con il duo composto da Marcheggiani e Ngissah, con l’arretramento sulla linea dei centrocampisti di Voltan. “Domani ci sarà da faticare e lottare, contro il Vicenza tutti hanno fatto fatica. La rifinitura è stata ottima, alla massima intensità”.

LA FORZA DEL VICENZA E LA VOGLIA DI LOTTARE

“All’andata – finita 0-0 – nell’ultima mezz’ora ci è andata bene. Anche domani ci vorrà culo. La Vis Pesaro deve avere come prima caratteristica la cattiveria, la ferocia e la determinazione, sia nei momenti belli che in quelli difficili”, spiega il tecnico Pavan. Non teme singoli nel Vicenza, ma parla di “una grande ossatura con un collettivo” di rilievo.

Il terreno del Tonino Benelli è parso in ottime condizioni viste le belle giornate trascorse. Ma la voglia di raspare ci dovrà comunque essere, qualsiasi siano le condizioni di gioco: “Nel sangue dobbiamo avere la lotta”, dice Pavan. Tutti uniti, domani sarà la prima finale delle 14 rimaste.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da solovispesaro (@solovispesaro) in data:

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome