Pavan prima del Padova: “Con l’approccio giusto possiamo dire la nostra”

0
L'allenatore della Vis Pesaro, Simone Pavan

L’inizio di un nuovo mese, la fine del mercato, la prima trasferta del difficile trittico e la situazione infortuni. “Dobbiamo essere tutti uniti, ci saranno difficoltà fino alla fine“. Così Simone Pavan parla in conferenza stampa prima della partenza della squadra direzione Padova, dove domani la Vis Pesaro giocherà alle 15:00 allo Stadio Euganeo.

Nella giornata di ieri è arrivato l’ultimo colpo dell’ottimo mercato invernale: dopo Puggioni, Marcheggiani, De Feo, Nava, Di Munno, si è concluso lo scambio Adorni-Ngissah con l’Imolese. “Ha fisico e gamba, è una punta centrale che mi darà diverse soluzioni”, spiega mister Pavan che ha già convocato il classe ’98 per la partita di domani, dove indosserà il numero 11. Nella lista anche il 2001 della Berretti Mattia Gaudenzi, maglia 24.

I convocati di Padova-Vis Pesaro (grafica Andrea Cianni)

Se Ngissah è stato l’ultimo giocatore ad arrivare a Pesaro, nella giornata di ieri hanno lasciato lo spogliatoio biancorosso Adorni e Pedrelli, che si sono aggiunti a Grandolfo, Golubovic, Romei e Tascini.

Ma il giocatore più discusso del mercato invernale, Davide Voltan, è rimasto in biancorosso e domani scenderà in campo ancora con la maglia della Vis Pesaro. “Con il giocatore, oggi prima dell’allenamento, ci ho fatto una bella chiacchierata. È sereno, vuole dimostrare il suo valore e vuole fare meglio del girone dell’andata, raggiungendo con noi l’obbiettivo”, racconta Pavan.

LA DIFFICILE PARTITA CON IL PADOVA

Vis che domani dovrà fare a meno ancora di Gianola, Rubbo, Lazzari, Botta, Benedetti, Pannitteri e De Feo. “Non possiamo rischiare gli infortunati, la settimana prossima però qualcuno rientra sicuro” spiega il tecnico biancorosso. Con la capolista Vicenza, domenica 9 febbraio al Benelli, si dovrebbe rivedere in campo Pannitteri, così come De Feo.

Chi invece domani potrebbe esordire è il classe 2000 Di Munno, arrivato la settimana scorsa dal Padova. “Fisicamente sta bene – dice Pavan – Tutti i ragazzi che ho a disposizione sono possibili soluzioni“. La zona ridotta all’osso è quella del centrocampo dove anche Ejjaki non è al 100%. Anche il Padova dovrà fare a meno di diversi giocatori. Hallfredsson, Castiglia e Baraye non sono convocati per problemi muscolari, Fazzi e Soleri saranno squalificati e Čulina, ultimo arrivato dalla Viterbese, non ha ricevuto il transfert. Da capire anche le condizione di Litteri, “che deve convivere con un problema fisco e dobbiamo gestirlo” spiega il tecnico biancoscudato Andrea Mandorlini. Non ci sarà neanche Lovato, giocatore classe 2000 passato ieri al Verona per una cifra intorno al milione di euro.

“Hanno un centrocampo molto tecnico e con gamba. Il duo centrale di difesa è tosto e hanno esterni che spingono”. Questa l’analisi di mister Pavan sul Padova. I biancoscudati avranno per la terza volta in stagione il nuovo tecnico, subentrato il 20 gennaio a Salvatore Sullo. “Con l’approccio giusto possiamo dire la nostra. Dobbiamo avere la nostra identità, battagliando in tutte le partite. I ragazzi da quando sono rientrati dalle vacanze di Natale hanno una grande mentalità” dice Pavan.

TUTTI UNITI VERSO L’OBIETTIVO

Dopo il recupero infrasettimanale tra Virtus Verona e Gubbio il vantaggio dall’ultima posizione playout si è ridotto a tre punti. “Dietro non molla nessuno, dobbiamo essere tutti uniti perché ci saranno difficoltà fino alla fine“. Queste le parole di Pavan che ci tiene a ringraziare i tifosi che anche domani viaggeranno direzione stadio Euganeo di Padova.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome