Peroni: “Di Donato mai in discussione. Obiettivo salvezza, non fermiamoci”

0
Alessio Peroni
Alessio Peroni, responsabile dell'area tecnica. (foto Vis Pesaro 1898)

Nel momento più difficile, la Vis Pesaro ha dimostrato di esserci. Che vittoria quella di stasera contro il Modena. Meritata, al di là del fisiologico ultimo quarto d’ora di sofferenza. Solo questo è il tempo che la vice-capolista del girone ha avuto a disposizione per fare male alla squadra di Di Donato. Che si è presentata all’appuntamento quadrata, attenta, battagliera. Il 3-5-2 difensivo paga, così come pagano (sempre) i giocatori di qualità. Quelli come Manuel Di Paola, al suo terzo gol con la maglia della Vis Pesaro. Sì: è anche il suo terzo gol-vittoria.

Dopo una settimana di silenzio stampa, comunque, in società si torna a parlare. Dinnanzi alle domande virtuali dei giornalisti si è presentato il responsabile dell’area tecnica, Alessio Peroni. Sarà l’unico a commentare la vittoria.

LA PRIMA FINALE“Il silenzio stampa è stato voluto fortemente dalla società perché ci sembrava giusto, in un momento di difficoltà e di calciomercato, ovattare la squadra e il mister. Venivamo da 4 sconfitte consecutive e oggi affrontavamo la prima delle 18 finali che avremo da qui alla fine. Sento di fare i complimenti alla squadra e all’allenatore, hanno messo in atto una prova di grande carattere in una settimana non semplice. Non ne siamo ancora usciti, stiamo con i piedi per terra”.

OBIETTIVO SALVEZZA“Siamo riusciti a perforare la miglior difesa del campionato e a non subire gol: questi sono i due elementi più importanti. Onore a questi ragazzi e al mister, ora non fermiamoci. Quando il mercato finirà la squadra potrà lavorare con più serenità, così come Di Donato che avrà un gruppo definitivo a disposizione. L’obiettivo oggi è la salvezza. Dobbiamo arrivare prima ai 40 punti per poi tirare le somme alla fine”.

FIDUCIA IN DI DONATO“Mi è piaciuto il nostro carattere, non era semplice sfoderare una prestazione del genere. Il mister è riuscito a rimanere concentrato, la squadra è con lui, non avevamo dubbi. E mi dispiace che siano uscite delle voci in settimana su un aut-aut. Lunedì, quando ci siamo trovati dentro lo spogliatoio, abbiamo fatto quadrato e la prima cosa che ho detto è che l’allenatore non era in discussione. Siamo contenti del piccolo passo in avanti che abbiamo fatto”.

OTTIMISMO“È stata un’impresa contro una squadra da primi posti, sulla prestazione c’è poco da dire. Vanno fatti i complimenti a tutti i ragazzi, anche a chi sta in panchina. Ora guardiamo avanti: parlare poco e lavorare tanto. Ottimismo e piedi per terra”.

NDIAYE E DI PAOLA AL TOP“La loro prestazione ci fa piacere perché, nonostante lo scetticismo attorno a questo portiere [Ndiaye], eravamo certi di prendere un grandissimo profilo tra i pali. Complimenti anche a Manuel [Di Paola], ma non voglio parlare dei singoli. Non c’è un giocatore che ha dato meno degli altri. La squadra ha fatto quadrato, è rimasta compatta, concentrata. Una delle migliori prove da questo inizio di campionato”.

IL MERCATO “Ci stiamo muovendo con il presidente Bosco. Nessuno ha la bacchetta magica, la squadra c’è, è viva. Le idee questa società le ha ben chiare già da 20 giorni. I profili che sono entrati stanno dimostrando di poter stare in questo gruppo, così come i ragazzi che sono arrivati questa estate. Oggi abbiamo visto qualcosa di importante, dobbiamo restare concentrati verso il Ravenna. Finalmente il mercato volge al termine. Andiamo avanti convinti che le nostre scelte poi ci daranno ragione”.

NUOVI INNESTI“Ci sono rimaste 48 ore e tutto è ancora in ballo. Sappiamo dove intervenire e con chi intervenire, in sinergia con l’allenatore. È solo questione di ore, poi arriveranno a Pesaro quei calciatori che secondo noi saranno funzionali a raggiungere l’obiettivo stagionale, cioè la salvezza”.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome