Pronti per la battaglia di domenica

0
I tifosi della Vis Pesaro
Il tifo biancorosso

Una settimana piena per preparare la battaglia di domenica. Il ritorno tra le mura amiche del “Benelli“, sopra un nuovo manto erboso degno della categoria. E allora può presentarsi l’occasione di fare bene e creare un gioco come quelli che si sono visti nelle gare in trasferta. Contro c’è una squadra forte, fisica, tecnica e attrezzata. Il Sudtirol di Zanetti, reduce dalla sconfitta interna contro la Giana Erminio. Una partita, che se la si analizza, dice tanto dell’attuale stato di forma dei prossimi avversari dei biancorossi.

La formazione trentina, attualmente sesta in classifica con 46 punti, ha cercato in tutti i modi di vincere, creando tanto ma sprecando altrettanto. Un primo tempo caratterizzato da una grande mole di gioco espressa, ma anche da un’enorme fatica quando si tratta di affondare il colpo decisivo. E a sfruttare e fiutare l’occasione giusta ci ha pensato la Giana, sorniona e brava a passare in vantaggio nel momento migliore dei padroni di casa. Nella seconda frazione il refrain non cambia: altoatesini in gran pressione,ma la palla sembra non voler proprio entrare. Soltanto un colpo ti testa preciso e potente di Tait riesce a ristabilire la parità. Ma la Giana è bravissima a crederci fino in fondo e riesce a passare di nuovo in vantaggio in mischia. Risultato che non cambierà più, regalando una vittoria di platino ai lombardi in chiave salvezza.

Il risultato della Giana è un chiaro messaggio. Si può, con la giusta convinzione e soprattutto liberandosi dalle paure e dalle incertezze che a volte ti bloccano la gamba. La squadra lo sta dimostrando, i tifosi pure. La Vis Pesaro è un patrimonio collettivo, che va tutelato e protetto. Salvarsi, citando un motto, non è importante. E’ l’unica cosa che conta. Chiunque sarà chiamato in causa dovrà essere pronto alla battaglia. Perché è una città intera che lo chiede.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome