Ravenna, l’inganno degli zero punti in classifica e l’ex Beppe Magi

0
Ravenna
Ravenna-Sudtirol 0-3 (foto Ravenna FC)

Zero punti in classifica ma voglia matta di recuperare il terreno perduto. Di fronte, una Vis Pesaro chiamata a riscattare la sconfitta dolorosa (per come è maturata) di Modena. Dopo Rocco Costantino, domani i biancorossi incroceranno un pezzo della loro storia. Che risponde al nome di Giuseppe Magi, pesarese doc e ora guida tecnica dei giallorossi. Sentimentalismo a parte, al “Bruno Benelli” Gennari e compagni incroceranno un collettivo che dalla sessione estiva di mercato ha ottenuto frutti tangibili. A partire dal centrale di difesa Marchi (Reggina). Ma anche i centrocampisti centrali De Grazia (Modena) e Franchini (Padova), gli omologhi under ex Fiorentina Meli e Marozzi e gli attaccanti Martignago (Teramo) e Ferretti (Avellino). Senza dimenticare il ritorno di Mokulu in prestito dal Padova. Proprio lui non sarà della partita: domani sconterà l’ultima giornata di squalifica. Per questo al suo posto ci sarà proprio Martignago. Già al debutto a Legnago, dove i ravennati sono scesi in campo col 4-3-3: in difesa Shiba, Alari, Jidayi e Zanoni; a centrocampo Papa, Bolis e Ferretti; in attacco l’ex Pordenone e Sereni.

Qualche dato: fino ad ora il Ravenna non ha segnato alcun gol, a fronte di quattro subiti. Quattro sono anche i cartellini gialli ricevuti (Zanoni, Papa, Bolis e Fioranti). L’età media? Venticinque anni tondi tondi, nono dato più basso del girone B.

 

L’ARBITRO DI RAVENNA-VIS PESARO

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome