Sabattini ha firmato con la Sampdoria. I retroscena dell’accordo

La firma del baby biancorosso con i doriani è il primo passo verso la continuità tra Vis e Samp.

0
Vlado Borozan, direttore generale Vis Pesaro
Vlado Borozan, direttore generale Vis Pesaro

Di ufficiale, almeno fino a ieri, c’era soltanto un comunicato. Pubblicato dalla Vis Pesaro nel primo pomeriggio, privo di dettagli ma con una notizia importante. Lorenzo Sabattini passerà dai biancorossi alla Sampdoria, a titolo definitivo, a partire dalla giornata di oggi. Alle 14 e 30 il giocatore ha firmato, nella sede di via Simoncelli, il contratto che lo legherà ai colori blucerchiati. Il primo pezzo di carta dunque, di una collaborazione che è destinata a proseguire almeno per un altro anno.

E fin qui, niente di strano. Anzi, in linea con quelli che erano gli obiettivi fissati soltanto l’estate scorsa. Crescita societaria e un occhio particolare al settore giovanile, con il progetto Sampdoria Next Generation. Sabattini, lo scrivevamo già qualche mese fa, poteva essere la svolta, il segnale di una collaborazione che cominciava a dare i suoi primi frutti. I sogni di un ragazzo partito dal campo del Muraglia calcio, che adesso può giocarsi le sue carte nel calcio d’élite italiano. Passando dalla Primavera.

I sogni di un ragazzo, le speranze di una piazza. A Pesaro sembra essere tornato il sereno, dopo settimane nebbiose e dubbiose, anche se l’accordo almeno nei modi, non è stato siglato come soltanto 12 mesi fa. Per primo negli uomini: ieri Ferrero ha ricevuto a Roma il direttore generale Vlado Borozan. Un faccia a faccia senza la presenza di intermediari e altre figure delle due dirigenze. In primis Marco Ferri, il presidente biancorosso, che ha sempre sostenuto la necessità di un potenziamento della partnership. Necessità dovuta agli standard tecnici della categoria, più alti della stagione scorsa. Un accordo di cui non si conoscono ancora i dettagli e le forme. In attesa della conferenza stampa, che non dovrebbe essere in programma prima di lunedì.

Le priorità della Vis Pesaro

Partiamo da due notizie. Nelle settimane passate la Vis Pesaro ha provato a tutelarsi, come ha riportato questa mattina Il Resto del Carlino-Pesaro. Il Bologna era la squadra di A maggiormente interessata a imbastire una trattativa per una collaborazione più soft, stile Fano-Pescara della passata stagione. Una mossa preventiva, portata avanti in caso la Sampdoria avesse deciso di far saltare il banco. Una soluzione che non sarebbe dispiaciuta alla società biancorossa, ma il direttore generale Vlado Borozan è riuscito a chiudere in tempi ragionevoli l’accordo con la Samp di Massimo Ferrero. E dare continuità di progetto e garanzie immediate di iscrizione alla Vis Pesaro. Il resto è tutto da scoprire. E proprio nel tardo pomeriggio di ieri, il presidente Marco Ferri si è riunito insieme all’amministratore unico Guerrino Amadori, il diesse Claudio Crespini e il dirigente Maurizio Del Bene. Intercettato all’uscita, Ferri non si è voluto sbilanciare sulla questione. Non conoscendo ancora i dettagli dell’accordo.

Da ciò bisogna costruire la Vis Pesaro 2019/2020. Per sogni, speranze ed ambizioni è necessario aspettare almeno fino alla prossima conferenza stampa.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome