Alla ricerca della prima vittoria stagionale. Sì, perché il Gubbio che domani si presenterà domani al “Tonino Benelli” è squadra ancora a secco della massima posta. I 7 punti maturati grazie ad altrettanti pareggi restituiscono un inizio di campionato non senza qualche difficoltà per gli umbri di Vincenzo Torrente. Il tutto al netto dell’obiettivo che risponde al nome di salvezza anticipata. Il ds Pannacci (poi sostituito da Giammarioli) nello scorso mercato estivo ha ottenuto le conferme dei vari Maini, Ricci, Conti, Malaccari, Benedetti, Tavernelli, De Silvestro e Battista. A questi si sono aggiunti elementi di categoria come Ravaglia (Bologna), Konatè (AJ Fano), El Hilali (Chiasso), Cenciarelli (Viterbese), Bacchetti (Monopoli), Munoz (Marbella FC), Cinaglia (Novara), Manconi (Perugia), Cesaretti e Gomez (svincolati). Sul fronte partenze, oltre al già biancorosso Pedrelli, hanno lasciato Gubbio giocatori come Marchegiani (Novara), Tofanari (AJ Fano), Espeche (Reggio Audace), Casiraghi (Sudtirol), Campagnacci (Robur Siena) e Cattaneo (Novara).

Sul fronte allenatore, l’ex tecnico della Fiorentina Primavera Federico Guidi ha lasciato spazio a Vincenzo Torrente: fatali i 6 punti arrivati nelle prime 9 giornate. Ecco allora la guida tecnica affidata al trainer di Cetara, già artefice della promozione in B dei rossoblù nell’annata 2010/2011 e con un passato tra Sicula Leonzio, Vicenza, Salernitana, Cremonese e Bari.

Per il Gubbio primi 11 turni senza vittoria: in valigia 7 pareggi (Virtus Verona, Arzignano Valchiampo, AJ Fano, Rimini, Feralpisalò, Reggio Audace, Imolese) e 4 sconfitte (Triestina, LR Vicenza, Carpi e Sudtirol). Lo score di 7 punti vale la 19a posizione in classifica.

 

Stadio “Tonino Benelli”, domani ore 17:30

GUBBIO (4-3-3): Ravaglia; Filippini, Bacchetti (Maini), Konaté, Cinaglia; Sbaffo, Ricci (Bangu), Malaccari (Meli); Tavernelli, Gomez (Sorrentino), Manconi. All. Torrente

Arbitro: Ermes Fabrizio Cavaliere di Paola (Matera-Cleopazzo)

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome