Cosa c’è da sapere sul Ravenna di Luciano Foschi

0
Vis Pesaro, ecco il Ravenna
Il tecnico del Ravenna Luciano Foschi (crediti: SetteSere)

E’ un Ravenna rinfrancato dalla gioia della vittoria quello che la Vis Pesaro domani troverà sulla propria strada. Sì, perché con la vittoria interna di mercoledì sulla Fermana i giallorossi hanno interrotto un digiuno durato 47 giorni. L’ultima conquista dell’intera posta risale al 2 dicembre scorso, quando Nocciolini e compagni ebbero la meglio in trasferta sul Rimini (1-2). Ecco allora il senso dei 22 punti in graduatoria, 3 in meno rispetto al bottino dei Pavan boys. Per questo la sfida del “Tonino Benelli” assumerà i contorni di match spartiacque in ottica salvezza anticipata: nel caso di un successo, i biancorossi volerebbero a quota 28. Eppure l’avversario si presenterà puntellato nei ruoli nevralgici, a partire da un attacco che con Giovinco e Nocciolini fa 14 reti totali. Ieri in questo senso è arrivata ieri l’ufficialità dell’arrivo in prestito dell’attaccante belga Benjamin Mokulu, dal Padova. Un colpo che garantisce muscoli e fosforo in fase di finalizzazione. E che i romagnoli potranno sfruttare sin da subito. Da inizio sessione di mercato sono arrivati inoltre i vari Caidi (Picerno), Mawuli (Spal), Gavioli (Inter), Zambataro (Atalanta) e Cauz (Parma). Chi invece ha lasciato Ravenna risponde ai nomi di Pellizzari (Reggio Audace), Sabba (Legnago) e Fyda (Sandonà).

Il bilancio stagionale dei ravennati annovera un totale di 6 vittorie, 4 pareggi e 12 sconfitte. Di quest’ultime, 7 sono maturate in trasferta, a fronte di 4 risultati utili: 0,91 la media punti lontano dalle mura amiche. Nelle ultime 5 gare i Foschi boys hanno ottenuto un solo successo, contro la Fermana. Sul fronte marcatori, corposo il bottino dei due attaccanti Nocciolini (8) e Giovinco (6), seguiti da Raffini (3).

 

FORMAZIONE PREVISTA (3-5-2): Cincillla; Jidayi, Caidi, Cauz; Purro, Papa, Mawuli, Gavioli, Zambataro; Nocciolini, Giovinco (Mokulu). All. Foschi

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome